Utente 986XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni. Due settimane fa, a causa di un forte mal di testa che non passava, sono andata alla guardia medica. Il medico mi ha detto che doveva farmi una flebo, ma aveva problemi a trovare la vena. Ha provato con l'agocanula e dopo avermi bucata è uscito un bel pò di sangue. Non mi è stato iniettato niente, è stato tolto e mi ha inserito la flebo in un'altra vena con la farfallina(se così si chiama). Il mio problema è che il giorno dopo mi è comparso un grosso ematoma dove mi è stato fatto il buco con l'agocanula. A distanza di due settimane, anche se si è sgonfiato, mi fa ancora molto male, soprattutto se lo tocco o se sforzo il braccio. é diventato giallo/verde con una macchia scura, e sento sotto la pelle come dei grumi. Ho usato poco la pomata e forse anche per questo non è ancora guarito, ma sto iniziando a preoccuparmi. Può dirmi cosa fare? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Cara signorina

Nulla di preoccupante.
Si tratta di un piccola raccolta ematica sottocutanea.

Può usare benissimo una crema locale a base di eperina per favorire il riassorbimento dell'ematoma.

Comunque ne parli prima con il suo medico per la prescrizione.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 986XXX

Iscritto dal 2009
Salve, a seguito di quello che è successo circa un mese e mezzo fa(vedi sopra), il braccio non ha più nulla di visibile ma nel punto della flebo, in cui c'era l'ematoma, ho tuttora dolore. La cosa è normele?mi fa male all'interno, sia se schiaccio sia se faccio sforzi con il braccio come portare la spesa o cose del genere.
La ringrazio di nuovo