Utente 181XXX
Ho 37 anni, ed ho sempre avuto una vita sessuale consistente ed estremamente soddisfacente (qualche "cilecca" sporadico ma normale). Ora all'improvviso mi ritrovo da circa 1 mese ad avere grossi problemi di mantenimento dell'erezione, soprattutto nel momento della penetrazione, pur avendo grande eccitazione psicologica e grande libido e voglia di fare sesso con la mia donna (con cui sto da poco). Dopo questi episodi noto che ho problemi anche con la masturbazione e in particolare se sto in posizione eretta. Non conduco una vita particolarmente stressante ed in più sono stato in vacanza fino a pochi giorni fa. Posso aggiungere di aver sofferto di varicocele (operato) e qualche attacco di emorroidi (quindi penso legati alla circolazione), ma mai prima d'ora ho avuto di questi problemi. Cosa mi sta succedendo?
Grazie molte per le risposte che vorrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
il problema da lei riferito può avere causa medica, oppure psicologica, oppure entrambe.
Andando quindi per ordine, le consigliere di effettuare una visita specialistica andrologica onde escludere l'esistenza di problemi medici.
Poi mi rivolgerei ad uno psicologo. E' molto frequente, infatti, l'esistenza di una problematica di tipo psicologico legata a problemi di erezione e/o di eiaculazione precoce. Un percorso terapeutico di tipo cognitivo-comportamentale, in questi casi, è la miglior soluzione.

Cordialmente

Daniel Bulla
dbulla@libero.it
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2006
Gent. Dr. Bulla,
mi può spiegare, sommariamente ovviamente, quali sono i problemi psicologici legati al mancato mantenimento dell'erezione. Io mi reputo una persona assolutamente equilibrata ed anche psicologicamente forte e non sento (almeno consciamente)impedimenti, insoddisfazioni o cose del genere...anzi sono emotivamente e sessualmente molo coinvolto...è questo che non capisco.

E poi per lei ma soprattutto per i suoi colleghi: come detto, dopo gli episodi, sto facendo delle "prove" da solo e noto che pur riuscendo ad avere una erezione magari da sdraiato, quando mi alzo in piedi e cerco di mantenerla non riesco. Questo può indicare qualche cosa?

Spero possiate darmi dei suggerimenti a breve, eprchè ho fatto ieri una visita andrologica, ma il medico ovviamente non mi ha saputo dire niente solo visitandomi e mi ha prscritto ecodopler penino ed esame del sangue, che però sono disponibili a novembre.
Grazie molte.
[#3] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Caro Paziente,
nel suo caso aspetterei l'esito degli esami richiesti dal Collega,che potranno darci utili indicazioni diagnostico-terapeutiche, ma ci tengo a sottolinearLe che con una nuova partner (anche se di nuove in passato ce ne sono state, ogni situazione è a se stante), ci puo essere una componente adrenalinica prima nemica dell'erezione(molecola che viene prodotta dal nostro organismo negli stati di richiesta prestazionale)che stante la sua preoccupazione si manifesta anche quando è da solo.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
le consiglierei prima di una valutazione psicologica una visita andrologica che possa ben inquadrare la situazione e trattarla
[#5] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
concordo con quanto le ha prescritto l'Andrologo che la segue cioè lo studio vascolare del pene e l'assetto ormonale.
In base agli esiti le proporrà il programma terapeutico più idoneo.

Un sincero augurio
[#6] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2006
vi ringrazio molto per l'attenzione. Posterò i risultati degli esami appena li avrò fatti (purtroppo novembre), sperando di trovare una soluzione.
grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
come mai l'esito delle valutazioni ecografiche ed ormonali li avrà a Novembre? Generalmente tutte le valutazione ematochimiche , fatte anche in strutture convenzionali in Milano , vengono consegnate dopo circa una settimana dal prelievo.
Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
come mai l'esito delle valutazioni ecografiche ed ormonali li avrà a Novembre? Generalmente tutte le valutazioni ematochimiche , fatte anche in strutture convenzionate in Milano , vengono consegnate dopo circa una settimana dal prelievo.
Un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2006
Gent. Dr. Beretta,
purtroppo novembre era la prima data utile per l'ecodopler, mentre l'esame del sangue può essere fatto in qualsiasi momento, ma forse tanto vale fare tutto in quel periodo.
Grazie
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
probabilmente leggerà questa riposta con un pò di ritardo a causa delle ormai trascorse ferie estive. Spero che in ogni caso possa esserLe di una qualche utilità, ma spero ancora di più che il problema sia stato chiarito e risolto.
Io penso che prima della valutazione andrologica, ormai effettuata, non sarebbe stato superfluo un controllo clinico generale ed internistico, in particolare angio-cardiologico. Non metto in dubbio che gli esami che Le sono stati prescritti siano corretti, così come la presunta eziopatogenesi della Sua disfunzione erettile avanzata dal Collega BULLA, che condivido di certo almeno a questo punto dell'iter diagnostico.
Troppo spesso tuttavia, si tende a considerare l'apparato genitale quasi come avulso dal resto degli organi ed apparati dell'organismo. Così non è.
In ogni caso ci tenga informati.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
ha provato a contattare il suo medico curante per un eventuale valutazione ibnternistca su una possibile patologia dismetabolica (diabete, od altro)? Lei nella sua storia clinica non ha mai lamentato problemi cardiovascolari degni di essere attentamente valutati? Ci faccia sapere ; anche se la sua età ci porterebbero a non drammatizzare questi settori di indagine.
Un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dottori,
francamente non ho pensato ad un problema che non fosse circoscritto all'apparato genitale o vascolare. Appena mi è sorto l'evento, mi sono subito spaventato in quanto mai apparso in precedenza, e mi sono catapultato da uno specialista dopo aver letto qualche parere sull'argomento su questo sito davvero utile.

Ad ogni modo per darvi un quadro non medico della mia situazione: non soffro e non ho mai sofferto di alcun problema cariologico, nè di diabete (recenti esami del sangue), svolgo una intensa attività sportiva (golf, tennis, vela, corsa, trekking).
L'unica cosa di cui "soffro" è forse un problema circolatorio, nel senso che ho spesso le mani "viola", oppure ogni tanto ho qualche problema di emorroidi, ecc.
Non so se questo può dare un quadro a voi più chiaro.

Devo aggiungere che da dopo che ho fatto la visita ed ho cominciato a scirvere su questo sito, non ho più riscontrato alcun problema, anzi l'attività sessuale con la mia partner si è intensificata con soddisfazione. Dunque comincio a pensare che forse era un problema davvero psicologico, anche se non me ne rendevo conto.

grazie per i vostri interventi
[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
si...la Sua valutazione seppure a "posteriori" del problema, ormai risoltosi, potrebbe concordare con quella che avevo proposto appoggiando completamente la posizione assunta dal Collega BULLA.
Affettuosi auguri per tutto ciò che desidera.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
il tempo e la "natura" a volte risolvono situazioni ritenute "disperate".
Auguri ed un ricordiale saluto.