Utente 113XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni, non fumo bevo poco e pratico sport almeno 2 volte a settimana. Ho fatto diversi controlli al cuore che non evidenziano problemi. Il mio problema è questo..Premetto che soffro di reflusso gastro-esofageo..Dopo i pranzi a volte accuso una forte tachicardia. Sono purtroppo solito mangiare velocemente e quando sono particolarmente stanco pochi minuti dopo aver mangiato mi distendo sul letto per un pò di relax..Oggi ho magiato un pò pesante e al risveglio ho accusato una fortissima tachicardia (mai così forte fin'ora ho contato oltre 120 battiti) al punto che mi sono spaventato non poco e mi sono recato al bagno per un evacuazione. Ho assunto per 2 settimane fino a qualche giorno fa il lanzopranzolo che però mi dava problemi intestinali(diarrea). In tale periodo i problemi di reflusso erano ridotti. Cosa posso fare? Tali disturbi mi turbano in particolare durante pranzi con altre persone... ai primi sintomi del problema sono preso dalla paura di un nuovo attacco di tachicardia. Help!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Spesso episodi di accelerazione del battito cardiaco possono accompagnarsi al reflusso gastroesofageo, tuttavia potrebbe essere ultile eseguire una valutazione cardiologica, magari con esecuzione di un monitoraggio ECGrafico sec Holter, per cercare di capire che tipo di aritmia e alla base delle sue palpitazioni.
A disposizione per ulteriori consulti