Utente 698XXX
Ho comprato da 5,6 mesi pantofole del dr.scholl VON I CLASSICI CHIODINI per usarle in casa, quelle che si usano anche per piedi bagnati dopo esser stati in piscina o a mare.
Infatti a me il problema è che la parte superiore della pianta del piede , quella inferiore alle dita, suda tantissimo sempre (infatti è sempre PIU' ROSSA RISPETTO AL RESTO DELLA PIANTA PIANTA DEL PIEDE), e andando a contatto con la pantofola/ciabatta o con la scarpa si impuzzolisce sia la calzatura che il piede in modo ineluttabile . e lavarli diventa inutile visto che dopo 2 ore siamo punto e a capo.
Non so cosa fare.
Mi hanno consigliato di usare almeno quando sto in casa pantofole con suola in legno o sughero, ma non li trovo da NESSUNA parte...
http://www.kaleidosnet.it/starbene/riflessologiarzonepiede.htm

La ZONA ROSA raffigurata della pianta del piede, è sempre sudata sia con le scarpe che indosso sia con le CIABATTE/PANTOFOLE.
Soprattutto per quest'ultime quali dovrei comprare?
Di quale materiale deve essere la soletta E IN GENERALE LA CALZATURA pantofola-ciabatta quando sto a casa e scarpa fuori?
GRAZIE

Valuta ospedale

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
rubo il mestiere ai colleghi solo per richiamare sommessamente l'appropriatezza terminologica:

La parte del piede che sta sotto le dita e a lei suda e' la superficie plantare anteriore. La "parte superiore" che dice lei sarebbe il dorso del piede, che di norma non suda.

"pantofole" (=calzature leggere, morbide e chiuse) con pianta di legno non ho mai viste, per la contraddizion che nol consente (Inf, XXVII, 120).

In legno trovera' invece abbondanza di zoccoli aperti, restando in casa Scholl's ci sono i famosi Pescura, che pero' a mia esperienza si bagnano e l'umido lo trattengono eccome.

Il problema dell'iperidrosi e' distinto da quello della puzza. Quest'ultima dipende dai batteri che decompongono gli acidi grassi.