Utente 114XXX
Buongiorno a tutti,
Domenica mattina, dopo una notte con un lieve dolore alla zona alta della pancia, accusavo forti dolori alla bocca dello stomaco. Essendo soggetto a gastrite sono andato in pronto soccorso con la speranza che mi rimettessero a posto con una flebo (mi è già accaduto).
Dopo un'iniezione di Buscopan, 80Mg di Axagon, e 1g di paracetamolo mi sono ritrovato in serata di nuovo in pronto soccorso con forti dolori ma questa volta nella parte destra e bassa dello stomaco.
Gli esami del sangue hanno trovato un valore di 15000 per i globuli bianchi ed una febbre a 37.5.
La mattina dopo sono stato ricoverato per presunta appendicite acuta e nei due giorni successivi i globuli sono scesi prima a 11000, poi a 6000, quindi mi hanno dimesso senza darmi una terapia.
Il mio medico mi ha sconsigliato di intraprendere un viaggio programmato per Zanzibar perchè in questo momento sono a rischio ricadute, voi che ne pensate?
Avevo davvero un'appendicite? Nel referto non se ne parla...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non posso entrare nel merito della diagnosi di appendicite, perche' se davvero quest'organo si era infiammato o meno non posso saperlo.
Sono stato a Zanzibar poche settimane fa, e posso assicurarle che non sarei contento, personalmente, di finire ricoverato nel locale Ospedale per un'appendidite da operare in urgenza...
Che vuole che le dica: purtroppo non possiamo sapere se un nuovo episodio acuto le potra' capitare fra un'ora o tra un anno o magari mai... Deve essere una sua decisione; deve essere lei che accetta il rischio (presente, ma basso) di una "ricaduta", sempre ammesso che ci sia stato un primo episodio.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Il mio medico curante non ha avuto dubbi: considerata la localizzazione dei dolori, la febbre, i globuli bianchi elevati, la mancata risposta a Axagon e buscopan, la patologia era quasi sicuramente infiammazione dell'appendice.
C'è un modo per "forzare" la rimozione chirurgica? A questo punto sarei più tranquillo se me la togliessero.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Beh... Dovrebbe convincere un Chirurgo di pochi scrupoli ad asportarla anche se non c'e' indicazione a farlo... Non mi pare una buona idea. E' vietato dalla legge (il Medico potrebbe essere accusato di lesioni aggravate) e pure dal codice deontologico.
Si puo' giustificare il fatto che un paziente venga sottoposto ad un rischio chirurgico soltanto per validi motivi e il viaggio a Zanzibar, pur bellissimo, non sarebbe pero' motivo sufficiente... Comunque di appendicectomia non si muore ormai in nessuna parte del mondo: magari l'assistenza sara' inferiore alla nostra, ma se davvero dovesse capitarle un episodio acuto credo che la vita potranno salvargliela anche a Stone Town.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto per l'attenzione dedicatami e le pongo un altro quesito:
considerata la sintomatologia e gli esami del sangue che altra patologia potrei aver avuto?
Una semplice gastrite può dare questi sintomi?
Ci tengo a sottolineare che in due giorni ben quattro chirurghi mi han visitato e nessuno se l'è sentita di dire con certezza "appendicite acuta", anzi il primo ad avermi visitato dopo il pronto soccorso mi ha domandato come mai mi fossi fatto ricoverare...
Il problema che ora mi si pone, considerando che fino a qualche tempo fa stavo valutando di traferirmi a Zanzibar, è come intraprendere, anche in futuro, un viaggio del genere con serenità.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'appendicite acuta e' una sola: quella che si opera d'urgenza. A posteriori possiamo quindi dire che la sua non era appendicite acuta, altrimenti a quest'ora ci stava parlando del suo post-operatorio... Forse un risentimento appendicolare, di quelli che periodicamente affliggono molte persone, ma che per severita' dei sintomi consigliano quasi sempre il Chirurgo di adottare un atteggiamento prudente e attendista. Talvolta capita che uno di questi episodi finisce sul tavolo operatorio, magari perche' le crisi sono talmente frequenti da sfinire il paziente (e il Pronto Soccorso...). In certi casi non e' raro trovare un'appendice non infiammata... altre volte invece, anche con scarsi segni clinici, si va a rimuovere una vera e propria "bomba" flemmonosa...
Insomma, le sfumature possibili su questa patologia sono tantissime. Del resto accettare un piccolo rischio fa parte della nostra vita: non puo' mica chiudersi dentro casa, pronto a chiamare l'ambulanza, in attesa che succeda qualcosa!
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Ringraziandola nuovamente per l'attenzione dedicatami credo di aver preso una decisione:
partirò per la mia vacanza serenamente, se le cose si dovessero mettere male affronterò il problema.
Non sono mai stato ansioso al punto da chiudermi in casa (anzi, semmai è vero il contrario) al solo sentir parlare di una malattia.
Credo che il mio medico abbia un pò esagerato ed ho deciso di fidarmi dei quattro chirurghi che son passati a visitarmi nei due giorni di degenza. Se la diagnosi ospedaliera è stata "dolori addominali con risoluzione spontanea" (anche se a me non pare una diagnosi...) immagino di poter star tranquillo.
Grazie ancora.
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Infatti... Sono contento che sia arrivato da solo a questa decisione. Io farei lo stesso, e non rinuncerei ad una vacanza in un posto del genere.
Comunque la diagnosi dell'ospedale, per quanto le possa sembrare strana, e' l'esatto specchio di quanto le e' accaduto.
Cordiali saluti e buona vacanza!