Utente 372XXX
salve gent.mi dottori.sono un ragazzo di 23 anni che oramai gia' da due anni e mezzo pratico un vaccino contro l'acaro della polvere(chiamato acaroid) mediante un'iniezione sottocutanea ogni due mesi.c'e' da dire ke particolari sintomi di allergia eccetto un po' di rinite che mi portava naso chiuso anche prima del trattamento non ne ho mai avuti,ma nonostante cio' su consiglio dell'allergologo decisi comunque di effettuare il trattamento. due anni e mezzo di trattamento possono bastare considerando ke particolari sintomi di allergia non ne ho? vorrei un vostro parere in merito fermo restando il parere finale del curante che mi segue
grazie mille e buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
Per l'immunoterapia specifica sottocutanea, la maggior parte degli autori suggerisce un trattamento di 3-5 anni e, comunque, andrebbe proseguita per almeno un anno dal riscontro di un beneficio e dalla stabilizzazione dell'andamento clinico.
Può approfondire l'argomento leggendo l'articolo: http://verna.blog.tiscali.it//Immunoterapia_specifica_per_allergeni_inalanti__acari__pollini__muffe__epiteli_di_animali__1781796.shtml
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2007
mi scusi ancora per il disturbo dr verna..nell'intervento precedente ho dimenticato di spiegare la motivazione pre cui vorrei interrompere il trattamento (infatti sapevo che la durata abituale del tratt. e' di 3-5 anni).. e' successo che all'ultima dose effettuata ho avuto una reazione cutanea con tutte bolle sulle braccia e fronte (mai successo in due anni e mezzo). adesso il mio timore e' che possa succedere di nuovo magari anche con una reazione piu' grave.
[#3] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il profilo di sicurezza della formulazione dell'immunoterapia che sta effettuando è più che soddisfacente. Malgrado ciò, darle un giudizio sulla reazione che ha avuto, non avendola vista, e senza conoscere completamente la sua storia clinica, è impossibile. Direi che la cosa più saggia è quella di affidarsi al giudizio del suo Allergologo facendogli presente le sue perplessità.
Cordiali saluti,