Utente 117XXX
Gentili medici
Ho 27 anni e il 15 maggio scorso ho subito un'intervento per l'asportazione di una neoplasia al testicolo dx. Lunedì ho appuntamento dal chirurgo per discutere degli esiti dell'esame istologico, a dir suo "buono", ed oggi ho ritirato il referto della TC addome completo con contrasto con seguente esito:
Lo studio del parenchima epatico è stato eseguito con acquisizioni volumetriche e tecnica multifasica.
Non si notano lesioni nodulari del fegato.
Non alterazioni tomodensitometriche dei parenchimi pancreatico, splenico, surrenalico e renale.
Regolare l'eliminazione del mezzo di contrasto iodato da parte dell'emuntorio renale bilaterale.
Non linfoadenomegalie in addome e nello scavo pelvico.
Non si notano lesioni parietali della vescica ai gradi di riempimento dell'asse.
Esiti di orchiectomia destra con presenza di protesi.

La mia domanda è la seguente:
All'inizio mi era stato detto che avrei dovuto eseguire una TC torace-pelvi ma adesso scopro di aver fatto una TC addome completo e quindi nn si ha la visione dei polmoni.
Per quanto riportato dall'esito sopra citato possiamo escludere un coinvolgimento dei polmoni, tipo formazioni di metastasi, oppure dovrei fare una TC toracica?
Forse è stata una svista nella richiesta dell'esame.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

per scrupolo (anche se sono convinto che sia tutto ok) direi di fare anche una TC torace per una valutazione accurata di quel distretto corporeo.

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Pastore,
Innanzitutto la ringrazio della sua risposta.
Devo quindi ipotizzare una svista da parte del medico che ha fatto la richiesta? poi immagino le sappia quali sono i tempi d'attesa per questo tipo di esami! da qui a quando mi sarà dato appuntamento mi devo aspettare qualche cambiamento, alla luce del referto riportato qui sopra?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Non mi aspetto nulla di grave dall'esame integrativo sul torace... prenota in tranquillità.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#4] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE MILLE Dott. Pastore.
la sua risposta mi tranquillizza e ci tengo a chiederle scusa per la mia insistente preoccupazione ma trovarsi alla mia età con tanti dubbi e la sola certezza di aver avuto un tumore mi crea grandi timori.
Confido comunque sulla professionalità di voi medici.
Qui a roma sono solo ad affrontare tutta questa situazione e più che il quadro medico penso sia la parte emotiva e psicologica a darmi molta incertezza.
Scusi ancora dello sfogo e spero di informarla tempestivamente dell'incontro di lunedì con il chirurgo e l'oncologo.
Grazie
[#5] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE MILLE Dott. Pastore.
la sua risposta mi tranquillizza e ci tengo a chiederle scusa per la mia insistente preoccupazione ma trovarsi alla mia età con tanti dubbi e la sola certezza di aver avuto un tumore mi crea grandi timori.
Confido comunque sulla professionalità di voi medici.
Qui a roma sono solo ad affrontare tutta questa situazione e più che il quadro medico penso sia la parte emotiva e psicologica a darmi molta incertezza.
Scusi ancora dello sfogo e spero di informarla tempestivamente dell'incontro di lunedì con il chirurgo e l'oncologo.
Grazie
[#6] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Gentili medici
Ho appena ritirato il referto dell'es. istologico:
Testicolo delle dimensioni di cm 6x4,5x3,5 con funicolo della lunghezza di cm 7. A livello del testicolo è presente neoformazione del diametro max di cm 3, di colorito biancastro e con aree di aspetto muticistico.
ESAME MICROSCOPICO:
si tratta di una neoplasia caratterizzata dall'alternanza di aree cistiche a rivestimento cilindrico monostratificato, talora mucinoso e cigliato, ad aree cistiche a rivestimento squamoso. Sono inoltre presenti isolotti di tessuto cartilagineo. Focalmente si osservano aree a pattern di crescita solido tubulare, con elementi con nucleo di media grossa taglia polimorfi, vescicoloso e con evidente nucleolo,positivi per citocheratine (Cam 5.2; AE1/AE3), CD30, negativi per Vimentina, PLAP, beta-HCG e aree periferiche con elementi, raccolti in micronidi solidi, con nuclei relativamente uniformi, di media taglia, a cromatina dispersa, con evidenza di nucleolo centrale e con citoplasma chiaro con margini citoplasmatici ben definiti PLAP positivi. In sede perineoplastica si osservano inoltre tubuli seminiferi con ispessimento della membrana basale, assenza di spermatogenesi e presenza a livello basale di elementi a nucleo di media taglia, a citoplasma ampio e chiaro, PLAP positivo, indicativi di neoplasia a cellule germinali intratubolari (IGCNT).
Il margine di exeresi condotto per il deferente e i vasi del funicolo appaiono esenti da localizzazione neoplastica.
DIAGNOSI
Tumore a cellule germinali composto da teratoma maturo (90%), seminoma (5%), carcinoma embrionario (5%).

Alla base di questi risultati confrontati anche con la TC (che doveva essere torace-pelvi) il chirurgo prespetta solo uno stretto follow-up e neppure un ciclo di radioterapia.
domani comunque avrò un colloquio con l'oncologo che mi dirà esattamente ciò che prospetta per il mio caso.

Visti questi referti Voi che potete dirmi?
se dovrò solo seguire dei controlli stretti che possibilità ho che il tumore possa ripresentarsi ?
GRAZIE
[#7] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Gentili Medici,
ieri ho incontrato l'oncologo per la prima visita e discutendo del mio caso mi è stato annunciato che posso ritenermi guarito e si è fissato un controllo con tutti gli esami di rito fra 3 mesi.
Mi è stato consigliato di seguire il follow up classico visto la classificazione del mio tumore (I A) ma sono stato invitato ad effettuare una visita con l'urogolo per valutare la linfdenoctomia retro peritoneale; intervento che si svolgerebbe a cielo aperto e abbastanza invasivo.
Sono di nuovo nel pallone al prospettarsi di un nuovo intervento che nn è di sicuro una passeggiata!

Non potrei fare altrimenti?effettuare l'intervento in laparoscopia è fattibile?
un ciclo di chemio eviterebbe l'intervento?
PER FAVORE DITEMI QUALCOSA!!!!

[#8] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Caro Amico,

la procedura di linfadenectomia retroperitoneale mi sembra eccessiva in questo caso. Una attenta sorveglianza può essere una soluzione. Più cautelativa e direi idonea però mi pare l'esecuzione di due cicli di chemioterapia secondo lo schema PEB.

Resto a disposizione, cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#9] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr Pastore,

la ringrazio per la sua sempre accurata risposta alle mie incessanti domande;
ho intenzione di sentire il parere di un'altro oncologo nelle prossime settimane, non per sfiducia nel professionista che ora mi segue, ma solo per avere un parere in più.
La chemioterapia PEB ha un dosaggio più moderato ed effetti collaterali minori?
GRAZIE ANCORA PER LA SUA ATTENZIONE.
[#10] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Caro Amico,

i dosaggi del protocollo PEB sono standard. Ogni terapia farmacologica ha i suoi rischi potenziali ma io francamente non ho mai osservato eventi drammatici con questo protocollo.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it