Utente 111XXX
Buongiorno, ho 41 anni, sono sposato da 5 e ho questo problema con mia moglie (35 anni): da molto tempo la nostra intesa sessuale è notevolmente scaduta, nel senso che lei mi rimprovera - a ragione - di non aver mai voglia di fare l'amore con lei, di non cercarla mai per nessun tipo di intimità, e di conseguenza di non permetterci di creare una famiglia. I nostri rapporti si sono ridotti a 1 volta/mese, e in quelle occasioni raggiungo l'erezione (che mantengo per breve tempo) solo dopo molto tempo e stimoli "manuali"; inoltre da quando non uso più il preservativo (desideriamo un figlio) provo molto fastidio durante la penetrazione e alla fine non riesco a eccitarmi. Faccio un lavoro che mi soddisfa molto (e che forse non è più così sicuro) ma che mi tiene anche molto impegnato perciò arrivo sempre a casa molto stanco con l'unico desiderio di guardare la TV e andare a dormire, e nel weekend (quando non lavoro) preferisco fare gite o passeggiate piuttosto che fare sesso. Per lo stesso motivo da molti mesi non frequentiamo più i nostri amici, tutte le nostre sere le passiamo in casa, e la nostra vita sociale si è praticamente annullata. Sono affetto da stanchezza cronica(oltre che da talassemia)(sto prendendo Arginina da due mesi senza alcun risultato), e visto che ho un deciso sovrappeso addominale e non faccio sport (mancanza di tempo) il mio medico mi ha prescritto un'ecografia al fegato da cui è risultato essere all'ultimo stadio di "indice fat" prima di diventare una patologia. Mia moglie che invece ha energia da vendere non accetta di essere sempre rifiutata e ignorata e questo sta fortemente minando il nostro matrimonio, anche perchè lei vuole fortemente un bambino e teme vista l'età di non riusciare farcela; mi ha suggerito che potrei essere affetto di ipogonadismo: io invece ritengo che semmai è la situazione opposta, visto che le belle ragazze mi attraggono ancora molto, e mi eccito frequentemente quando mi capita di parlare con una bella donna, e con le mie numerose colleghe di lavoro sono sempre allegro, galante, disponibile, solare, e pimpante ... è solo con mia moglie che ho questa totale "indifferenza sessuale" nonostante ritengo che sia una donna molto bella. Io imputo il problema esclusivamente al fattore stanchezza e al fatto che ormai conosco mia moglie da tanto tempo (stiamo insieme da 16 anni), e che in questo contesto è normale non avere voglia di fare l'amore (e per questo motivo ritengo inutile anche fare l'esame del testosterone ed eventulamente fare terapia di coppia come proporrebbe lei) ... mentre per lei sarebbe invece normale una frequenza di rapporti 3-4 volte/settimana. A questo punto però vorrei un suo parere sincero perchè questa situzione mi sta annientando: abbiamo deciso di mettere su famiglia, ma io non ho voglia di fare sesso con mia moglie, lei si lamenta, litighiamo dopodichè a me passa ogni voglia di metter su famiglia ... Grazie anticipatamente e scusi lo sfogo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, le consiglio di verificare se esistoni problemi organici, con una visita andrologica e con i dosaggi ormonali, però in caso di assenza di patologie organiche verificherei anche l'ipotesi psicologica
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sua sollecita risposta, e a questo punto seguirò il suo consiglio. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

se posso aggiungere un consiglio immediato , oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Quarto, che mi ha preceduto, se vuole avere più informazioni dettagliate su questo problema in attesa della visita andrologica, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=76066

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dr. Beretta, leggerò l'articolo che mi ha indicato in attesa della visita. Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire la sua attuale situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

al di là delle sue possibili problematiche relazionali e di coppia, lei ha dipinto un buon caso di "sindrome metabolica" o LOW ( late onset hipogonadism) che potrebbe spiegare la sua situazione.
Il parere di uno specialista andrologo-endocrinologo ( a Bololgna non le sarà difficile) magari effettuando un emocromo, Glicemia, Emoglobina Glicata, LH, Prolattina, Testosterone Totale, testosterone Libero, SHBG, esame del liquido seminale, potrebbe aiutarla a definire la sua situazione andrologica e , magari, rasserenare l'ambiente familiare
cari saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

anche se la sua età non corrisponde a quella che di solito abbiamo, in presenza di tali problemi ma, se desidera ulteriromente avere altre informazioni dettagliate su queste tematiche e che interessano la vita di un maschio, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52312

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#8] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ai Dottori Pozza e Beretta per i consigli che seguirò ... potete solo dirmi a questo punto se è possibile che sia affetto da un basso livello di testosterone pur provando eccitazione per altre donne ? Mia moglie lo ritiene possibile, io invece penso che un basso livello di testosterone implichi una "indifferenza sessuale" verso TUTTE le donne in generale e non solo verso mia moglie ...
Grazie ancora e cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

vedo che pure lei sta imparando a capire che il suo problema non è semplice ma complesso e richiede una attenta e completa valutazione clinica.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#10] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera Dott.Quarto, Dott.Beretta, Dr.Pozza, volevo aggiornarvi sulla mia situazione e nel contempo chiedervi un ulteriore parere. Ho fatto un "quadro completo" (così come esposta a voi) del mio caso al mio medico di base, il quale mi ha prescritto i seguenti esami (con gli esiti che riporto), che si riserva di valutare prima di eventualmente prescrivermi una visita dall'andrologo e ulteriori altri esami:

BILIRUBINA TOTALE 0,70 MG/DL
BILIRUBINA DIRETTA 0,20 MG/DL
GOT-AST 26 U/L
GPT-ALT 62 U/L
GAMMA GT 28 U/L
FOSFATASI ALCALINA 53 U/L

PSA 0,83 NG/ML
PSA LIBERO non eseguito x psa totale < 3
TESTOSTERONE 4,48 NG/ML

URINE CHIMICO-FISICO
COLORE GIALLO
PESO SPECIFICO 1.028
PH 5,5
GLUCOSIO ASSENTE
PROTEINE 10 MG/DL
EMOGLOBINA ASSENTE
CORPI CHETONICI ASSENTE
BILIRUBINA ASSENTE
UROBILINOGENO 0,20 MG/DL
SEDIMENTO NON SIGNIFICATIVO

Devo ancora affrontare l'esame della curva insulinica, prescrittomi precedentemente per la steatosi epatica, che mi è stata diagnosticata alcuni mesi fa.
Per il resto la mia situazione non è cambiata, anzi, sono sempre più stanco e demotivato (motivi lavorativi), e dormo sempre meno (per poter seguire gli orari ultraflessibili che mi impone il mio lavoro), a volte penso di essere vicino all'esaurimento, poi mi faccio forza pensando che agosto (e quindi le ferie) è vicino, ma col pensiero che da settembre tutto riprenderà come prima, perciò le eventuali "conquiste" che riuscirò (forse) a fare durante le ferie saranno completamente vanificate dalla ripresa in settembre. Continuo a prendere l'integratore Bioarginina, ma finora di risultati non ce ne sono stati. Purtroppo in questo momento si può dire che vivo per lavorare, e il fatto di non avere più una vita mia (con tutto quel che ne consegue), e di aver perso il "controllo della situazione" mi deprime sempre di più.

Potete darmi gentilmente un vostro parere sugli esiti degli esami riportati, e quali eventuali altri esame sarebbero da fare ? Grazie infinite.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

quello che scrive ci indica che alla base dei suoi problemi andrologici potrebbero esserci anche importanti fattori funzionali, cioè psicologici.

A questo punto attendiamo però anche i risultati delle altre valutazioni cliniche ancora in corso.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve, dopo alcuni mesi volevo aggiornarvi sulla situazione che purtroppo è precipitata:le ferie non hanno minimamente aiutato a risolvere la situazione (che ripeto,per me rientra nella perfetta normalità),in quanto io ho continuato (e continuo)a non nutrire alcun interesse sessuale per mia moglie (pur volendole bene),anzi il sesso è proprio l'ultimo dei miei pensieri (masturbazione compresa);quando le mie energie non sono prese dal lavoro,predilogo leggere il giornale,guardare la televisione o semplicemente fare passeggiate o escursioni.Quindi purtroppo ha ragione mia moglie quando dice che non sfrutto nemmeno le piccole occasioni per stare con lei:nei suoi confronti ho altri tipi di attenzioni (messaggi,fiori a volte)ma non mi sfiora veramente mai l'idea di un qualsiasi tipo di approccio sessuale.Il mio medico di famiglia mi ha prescritto una confezione di viagra per vedere se qualcosa cambiava,e dopo eventualmente una visita andrologica.Il viagra l'ho provato una volta sola in quanto poi i rapporti con mia moglie si sono deteriorati a tal punto che proseguire non avrebbe avuto alcun senso. Purtroppo sono gli stimoli sessuali che mi mancano completamente.
Il problema "secondario" mai accennato prima,è invece che mia moglie dice che ho un problema fisico:ossia durante l'erezione il glande non mi si è mai scoperto naturalmente,e quelle rarissime volte che è capitato (parzialmente) per sbaglio (in seguito a manovre "azzardate")ho provato un tremendo fastidio,quasi dolore.Mia moglie dice che non è una situazione normale,che dovrebbe scoprirsi senza problemi e senza dolore,secondo me è normale invece provare fastidio,perciò ritengo che avere un rapporto sessuale con glande completamente coperto sia perfettamente normale.Inoltre finchè usavo il preservativo ho sempre eiaculato senza problemi (seppur con quantità modeste);poi abbiamo deciso di non usare più precauzioni per poter avere un bambino,ma senza preservativo ho provato un fortissimo fastidio durante la penetrazione perchè sentivo che la pelle tendeva ad abbassarsi e non sono riuscito per un po' ad avere rapporti completi normali;solo dopo alcuni mesi mi sono "abituato"alla nuova situazione e il fastidio non c'era più (tuttavia sempre a glande rigorosamente e completamente coperto).Purtroppo però anche in assenza di fastidio non sono più riuscito ad eiaculare e secondo mia moglie si spiega con la mia volontà inconscia di non volere figli (è soprattutto lei che spinge per questo). Mia moglie continua ad insistere che secondo lei non è normale per un uomo della mia età non avere MAI alcun desiderio/impulso sessuale,e dal momento che questo pregiudica la sua gratificazione e felicità in seno alla coppia,nonchè la possibilità di concepire un figlio (2-3 rapporti/mese) si sta facendo l'idea di aver sposato l'uomo sbagliato.
Potete gentilmente a questo punto darmi un vostro parere su quanto sopra descritto? Grazie ancora...
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

il parere che possiamo darle è la conferma delle indicazioni già date e cioè un diretta e completa visita andrologica e nell'attesa le consigliamo di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=76066

Fatta la valutazione andrologica poi ci aggiorni sulle indicazioni che riceverà dal collega anche per quanto riguarda la sua difficoltà a scoprire il glande.

Un cordiale saluto.