Utente 120XXX
buongiorno volevo richiedere il seguente consulto;
Mi sono fatto un' escoriazione sanguinante cicino al polso con un tagliente che aveva del sangue fresco; ho letto in internet di infezioni da tagliente e mi sono spaventato; qualora il sangue sul tagliente fosse da pochissimi attimi, c' e' rischio per hiv? io credo che le ferite da taglienti debbono essere profonde e non graffi ,sbucciature, escoriazioni, abrasioni leggermente sanguinanti a causa del tagliente; e' chiaro che la testa ed i pensieri frullano e sono speventato. La mia escoriazione e' un tondino di circa 2mm di diametro e sara' profonda al massimo 2 mm o tre. Rischio in questi casi di cui ho parlato ed e' vero che ci deve essere una cospicua presenza di sangue sulla ferita e tagliente e che la ferita deve essere profonda e non superficiale? posso stare tranquillo indiperndentemente dalla quantita' del sangue sul tagliente e dal tempo in cui il sangue era lì, poiche' la ferita non e' profonda?
grazie gentili dottori
In attesa di risposta cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

può aggiungere qualche dettaglio?
L'oggetto tagliente era inquinato da sangue di quale persona?
Di che tipo di oggetto si trattava?

Generalmente, perchè si abbia un contagio da HIV, c'è bisogno almeno di una minima quantità di sangue, e non mi pare il suo caso; per esempio, tra il personale sanitario che si agopuntura accidentalmente con aghi usati, il rischio di contagio da HIV è basso o quasi inesistente.

Viceversa, per l'epatite B il rischio è alto, anche se il sangue è ormai seccato.

Mi faccia sapere.

Cordiali saluti.

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore per la risposta;
La dinamica e' stata questa:
l' episodio e' accaduto in una macchina che distribuisce i biglietti del parcheggio:
davanti a me c' era una signora che ancora doveva finire di pagare; prendendo il resto mi sono fatto un taglietto, come fosse stato quello di un foglio di carta: si trattava di un taglietto lungo mezzo cm circa e poco profondo, appunto come quello di un foglio di carta, tant e' che usciva poco sangue; intorno al taglio non avevo del sangue quindi penso che appena il sangue e' uscito dalla ferita sia coagulato immediatamente.
Ovviamente se il sangue fresco sul presidio fosse stato della signora davanti a me e quel sangue fosse entrato in contatto col mio del taglio avrei rischiato per hiv?
So che coi se e coi ma non si va avanti, ma nel caso descrittole c' e' rischio per hiv?
La testa frulla, magari sono pensieri che mi mettono in ansia, ma se la signora si fosse tagliata con il bordo di ferro della macchinetta prendendo il resto e tenendo conto che il resto io l ho preso non piu' di una decina di secondi dopo non corro rischi?
per tutto cio' che le ho spiegato?
A me lo staff di un counselling mi ha detto che i rischi con taglienti ci sono se il taglio e' profondo e se c' e' del sangue fresco sul presidio con cui ci si taglia, ma la ferita deve essere profonda non un taglio come le ho descritto io e mi e' stato detto di non preoccuparmi nemmeno se il sangue sul bordo della amcchinetta fosse stato della signora e quindi li' da pochissimi secondi appunto per la ferita mia non profonda.
mi faccia sapere.
Ovviamente io non posso sapere lo stato sierologico della signora, ma ora che lei mi parla di scambi minimi di sangue sono in ansia.
Ovviamente non ho visto se la signora si e' tagliata e se il sangue fosse il suo.
[#3] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
ovvio che se il sangue sul bordo era mio non c' e' nessun problema ma vorrei che mi rispondesse se il sangue fosse stato della signora che rischi per hiv ci sono e per il messaggio che le ho scritto appena sopra.
Grazie infinite dottore.
per epatite b non mi preoccupo perche sono vaccinato
[#4] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

le ribadisco la risposta che le ho dato prima.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Quindi dottore nella mia situazione nn ci sono rischi? Perche mi ha parlato di agopunture in ospedale ...nn riesco a capire. Posso star tranquillo assolutamente? Attendo risposta grazie mille
[#6] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

le avevo fatto l'esempio di quelli che lavorano in ospedale, medici e infermieri, che pur tagliandosi o pungendosi con oggetti insanguinati di pazienti, non prendono mai l'AIDS.

Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Ok dottore. Mi sembra di capire di non aver rischaito nulla per le situazione descrittele nei consulti. Ero molto preoccupato per la mia ragazza oltre che per me perche' i nostri rapporti sono senza preservativo poiche' lei usa la pillola e c' e' estrema fiducia tra di noi. Dunque posso stare assolutamente tranquillo?
grazie per quest' ultima risposta che mi porta' dare
dopo di che il consulto e' finito.
Grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

le confermo quanto sopra.
Il rischio più alto è quello dell'epatite B, ma lei dice di essere vaccinato.

Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Ma per hiv dunque posso stare tranquillo totalmente?
Non serve il test; perdoni l'insistenza pero' ho capito che medici ecc.. non si infettano per agopunture ma io rischio nel mio caso?
perche' dal suo consulto non lo capisco.
[#10] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

in medicina la certezza assoluta non esiste; se vuole stare più tranquillo, si sottoponga pure al test.

Cordiali saluti.