Utente 122XXX
Buongiorno .
Ultimamente mi è capitato di leggere in vari forum dei commenti di alcuni utenti che sconsigliano l'assunzione di Acido Alfa-Lipoico se si hanno delle amalgame di mercurio in bocca in quanto, essendo un potente chelante, aumenterebbe la fuoriuscita del mercurio che andrebbe a concentrarsi negli organi interni .

Dato che io assumo questo antiossidante da tempo ( con buoni risultati ) e dato che ho in bocca diverse otturazioni di mercurio , mi chiedevo quanto fossero vere queste voci ; ho provato a fare ricerche in rete ma non trovo pubblicazioni che confermino o confutino tale ipotesi .

Vi ringrazio .

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
non voglio entrare nella 'querelle' sulla pericolosità dell'amalgama, ecc., ma le proprietà chelanti dell'ac. alfa-lipoico verrebbero esplicate nei confronti del mercurio libero, presente nel pesce per esempio, o in altri alimenti, non certo nei confronti del mercurio presente nell'amalgama dentaria in cui risulta legato ad altri metalli.
Di solito i rischi maggiori si corrono durante la fresatura delle otturazioni, quando devono essere rimosse.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Le proprietà chelanti dell'acido alfa-lipolico sono blande.
Il mercurio presente nell'amalgama non si smuove certo per questa sostanza, ma in piccolissima parte giorno per giorno per usura meccanica e per dilatazione/restringimento termico, come dimostrato dalle ricerche con lo spettrofotometro.

La debole azione chelante si svolge, come ha ben detto il dr. Palomba, sulla frazione libera del mercurio, compreso quella dovuta alla liberazione di mercurio per degrado dell'amalgama, non certo sull'amalgama contenuta nel dente.

Non vedo quindi nessun problema nel continuare ad usare la sostanza chelante citata.