Utente 124XXX
Salve vorrei chiedere se qualche dottore avrebbe la gentilezza di spiegarmi cosa significa questo termine in parole povere e quali danni può creare ai vari organi: da quel che ho capito può dare prostatite, ma potrebbe avere altre conseguenze?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il liquido seminale,prodotto dalla prostata,vescicole seminali e ghiandole bulbouretrali ha,nel corso della montata orgamica coitale una progressione che viene interrotta ogni volta che comprimiamo i muscoli ischio e bulbo cavenoso che si trvano tra l'ano e lo scroto,al fine di prolungar il rapporto.Questa azione fa si' che l'onda progressiva si arresti ed una prte di liquido "torni indietro" e,nel tempo puo' dare luogo a fenomeni congestizi
prostato-vescicolari che possono provocare una prostatite.Altro non succede.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore, gentilissimo.
La domanda l'avevo fatta perchè, durante un rapporto, sforzandomi per trattenere lo sperma, anche durante l'orgasmo, ho avuto una uscita minima di liquido seminale e conseguente fastidio all'uretra. Il timore era di aver fatto qualche danno a quest'organo e ricercando su internet era venuto fuori questo termine.
Lei quindi mi pùo tranquilizzare sul fatto che anche se fatto durante l'orgasmo (cosa che ho ben capito non devo fare!) non è successo nulla di preoccupante?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...nulla di preoccupante.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Dottore un'ultima domanda, non voglio abusare della sua cortesia!
Su un altro sito di consulti online un suo collega mi ha risposto che contrarre i muscoli durante l'orgasmo è pericoloso, equivale a bloccare lo sperma tramite pressioni con le mani sul pene: ambedue stringono l'uretra e l'uscita a pressione dello sperma può dare lesioni sulle pareti della stessa. A lei risulta?
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...mai sentita una cosa del genere.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Dietro mia insistenza quest'andrologo mi ha dato questa risposta riguardo il trattenere durante l'orgasmo... se qualcuno gentilmente potesse darmi un suo parere anche se è un bel papiro.....

""Se un blocco produce una contropressione tale da generare un reflusso che è comunque bloccato verso la vescica (lo sfintere vescicale è chiuso in fase di eccitazione e ejaculazione) è evidente che la pressione di ritorno prema sulle pareti dell'uretra e nello specifico sulle pareti dell'uretra membranosa e prostatica, oltre che sulle strutture ghiandolari prostatiche. Il tutto, perpetuato nel tempo, produce infiammazione e congestione delle pareti uretrali del tratto prostato-membranoso (ovviamente non omogenea potendo la pressione esercitarsi in modi diversi in relazione all'onda di contropressione) e le relative prima microlesioni e poi lesioni maggiori anche con calcificazioni reattive; la contropressione poi si ripercuote sulla prostata tramite i dotti ejaculatori per il tramite della parete uretrale: occorre ovviamente tempo e ripetizioni continue grazie alle capacità riparative dei sistemi del nostro organismo e quindi è anche possibile che se l'azione non stata così intensa e prolungata che alla fine non si rilevano lesioni permanenti o consistenti. Mi spiace per i Colleghi, ma la meccanica dei corpi e dei fluidi non l'ho inventata io ed è ben nota a chi l'ha studiata e a chi la impiega per dare l corrette interpretazioni degli eventi... la responsabilità dei microtraumi interni uretrali per PRESSIONE MUSCOLARE PERSISTENTE e/o per pressione manuale è ben nota e descritta e nn è una mia teoria.. sono dati di fatto. Inoltre il fatto che cessata la spinta lo sperma esca sempre colando dimostra ulteriormente che tutta la forza di spinta si è esaurita in quando assorbita dalle pareti uretrali e dalla loro relativa elasticità. Se lei chiude l'uretra peniena con il pinzamento potrà verificare la sensazione di controspinta sulle pareti uretrali a monte della chiusura e a spinta terminata lo sperma uscirà (essendo raccolto tra il piano muscolare e l'uretra spongiosa) senza spruzzi e sostanzialmente colando. nell'altro caso, essendo chiuso tra piano muscolare e sfintere vescicale, in parte finirà in vescica e in parte colerà più lentamente lungo l'uretra uscendo""
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il papiello si riferisce a episodi continuativi e perpetuati negli anni e non
ad un episodio isolato quale e' il Suo.Mi allontanerei da internet...Cordialita'.