Utente 401XXX
Buongiorno dottori vi scrivo perché sono 5 giorni che soffro di intorpidimento al lato sx della faccia, solo nella parte accanto alla bocca dove ho baffi/barba che è quasi assente al mattino e piu forte la sera.
Premesso che soffro di attacchi di panico dovuti ad ipocondria e seguo gia un cura a base di citalopram e abilify volevo chiedervi se secondo voi potrebbe essere una SM O SLA?
Questa cosa al vicino al labbro mi è venuto dopo 2 ore che sono entrato in un tabaccaio abbastanza sudato dove vi era aria condizionata a 1000, fortissima.
E in tutto cio i miei genitori, entrambi medici, mi dicono che secondo loro è proprio quest'aria ad avermi dato questo problema, ma a me sembra impossibile.
Aspetto una vostra risposta.
Vi ringrazio, distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non è che sia possibile stabilire la natura di un sintomo del genere qui.
Però certamente che ci sono invece un paio di cose di tipo ipocondriaco, che sono il fatto che ha già selezionato delle diagnosi che le fanno paura, tra tutte quelle possibili, e questo per nessuna ragione se non perché in qualche modo la colpiscono di più. In secondo luogo va subito a fornire spiegazioni che dovrebbero giustificare il sintomo, come a suggerire già la spiegazione.
I suoi genitori sono medici e quindi possono valutarla, se non l'hanno già fatto.
Io ne informerei lo psichiatra, così magari rivede la cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio della sua velocità e disponibilità. Le volevo chiedere un ultima domanda... è possibile veramente che un colpo d'aria fredda condizionata faccia venire intorpidimento? Perché su internet non trovo questa informazione..
grazie

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La spiegazione, come prevedibile, ha creato un altro filone di preoccupazione anziché essere rassicurante.

Non è questo il punto: il punto è stabilire se il suo stato d'allarme sia riferibile al suo disturbo d'ansia, e questo può valutarlo il suo psichiatra o altro medico
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it