Se per vari motivi legati alla malocclusione dentaria i condili mandibolari risultano dislocati in una zona più arretrata, il contatto con il Condotto Uditivo Esterno è più intenso e a volte anche doloroso, e, può indurre uno stimolo eccessivo alla produzione del cerume

Il cerume è una sostanza prodotta dalle ghiandole ceruminose presenti nel Condotto Uditivo Esterno (CUE). Anche se può associarsi a sensazioni fastidiose, ha in realtà la funzione di proteggerlo, lubrificarlo e mantenerlo sgombro. Grazie infatti alla sua viscosità ingloba le esfoliazioni dell’epitelio che lo riveste, e cattura elementi estranei che possono accidentalmente insinuarsi nell’orecchio, che vengono successivamente espulsi grazie al movimento vibratorio dalle ciglia che tappezzano il CUE e si comportano come un tapis roulant in movimento verso l’esterno.

A parte alcune cause specifiche , come le otiti esterne e le patologie dermatologiche, il problema per il paziente nasce quando il cerume viene comunque prodotto in eccesso: il fastidioso fenomeno prende il nome di “Ceruminosi”.

Inoltre, quando la produzione del cerume è eccessiva, può formarsi il cosiddetto tappo, che va ad ostruire parzialmente o del tutto il CUE, spesso anche per le manovre incongrue che il paziente mette in atto nel tentativo di rimuoverlo.

La manovra di rimozione va opportunamente affidata a medico , possibilmente specialista in Otorinolaringoiatria.

La Ceruminosi e il periodico formarsi di tappi riguarda , con ampia variabilità, dal 2% al 6% della popolazione adulta. Una percentuale maggiore, dell’ordine del 10% riguarda i bambini.

Può complicarsi con quadri potenzialmente seri: fastidio, dolore, senso di “pienezza”, acufeni, stordimento, capogiri. Il tappamento serrato porta a cali di udito, fortunatamente reversibili con la rimozione del tappo.

E’ comunque già la fastidiosa sensazione di “orecchie sporche” e l’imbarazzo che genera a far richiedere l’intervento del medico.

Il trattamento prevede una accurata ispezione del CUE e la asportazione dei tappi, manovra che, è bene ripeterlo, va affidata al medico.

Poca attenzione viene dedicata alla patogenesi della ceruminosi, cioé al motivo per cui, da una produzione normale e utile, si passa ad una iperproduzione fastidiosa e dannosa.

Un aspetto spesso sottovalutato è il rapporto che esiste fra il condilo mandibolare e il CUE. Infatti il meccanismo di espulsione del cerume è stimolato dai movimenti che compie la mandibola.

Infatti, i condili mandibolari di entrambi i lati sono in rapporto con i rispettivi Condotti Uditivi Esterni, come può essere facilmente riscontrato con la palpazione endoauriicolare, cioé infilandovi i mignoli e aprendo e chiudendo la bocca. Se per vari motivi legati alla malocclusione dentaria i condili risultano dislocati in una zona più arretrata, il contatto con il CUE è più intenso e a volte anche doloroso, e, potrebbe indurre uno stimolo eccessivo alla produzione e alla espulsione del cerume.

In reazltà un conflitto fra condilo e orecchio può favorire anche altri quadri patologici, vedasi in proposito:

 

L’intercettazione della malocclusione dentaria e della malposizione mandibolare da parte del Dentista, con adeguati apparecchi intraorali anche in giovanissima età (ortodonzia intercettiva), oltre a correggere la malocclusione dentaria, in sinergia con l’Otorinolaringoiatra e con il Medico-Pediatra,  potrebbe risultare molto utile ad affrontare e spesso a risolvere anche il problema Ceruminosi.

 

Bibliografia

  1. Peter S. Roland, MD, Timothy L. Smith, MD, MPH, Seth R. Schwartz, MD, MPH, Richard M. Rosenfeld, MD, MPH, Bopanna Ballachanda, PhD, Jerry M. Earll, MD, Jose Fayad, MD, Allen D. Harlor Jr, MD, Barry E. Hirsch, MD, Stacie S. Jones, MPH, Helene J. Krouse, PhD, Anthony Magit, MD, Carrie Nelson, MD, MS, David R. Stutz, MD, and Stephen Wetmore, MD, MBA: Clinical practice guideline: Cerumen impaction. Otolaryngology. Head and Neck Surgery (2008) 139, S1-S21
  2. Bernkopf E. " Malocclusione" nelle otiti recidivanti e croniche. Medico e Bambino Luglio 1987, 51-4
  3. Bernkopf E. Cefalea, otalgia e dolore vertebrale da malposizione cranio-mandibolare. Rivista Italiana di Stomatologia N. 10 Anno LIX - Ottobre 1990, 61-4