Una recentissima meta-analisi condotta da diverse strutture prestigiose, come la Saint Joseph University di Philadelphia, il Fertility and IVF Unit della Soroka University Medical Center, dell’israeliana Ben Gurion University, l’ American Center for Reproductive Medicine di Cleveland e l’Andrology and Human Reproduction Clinic ed il Center for Male Reproduction di Campinas in Brasile, ha confermato, anche utilizzando i nuovi parametri indicati nel 2010 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che il fumo di sigaretta sembra alterare in modo significativo alcuni parametri fondamentali del liquido seminale.

 

       

 

I ricercatori hanno analizzato 20 lavori scientifici “pesanti” che avevano coinvolto complessivamente 5865 uomini; studi condotti appunto dopo l’introduzione delle nuove indicazioni date dall’OMS.

Tutti i maschi considerati erano stati valutati da strutture andrologiche ed urologiche importanti e dedicate soprattutto alla diagnosi e al trattamento della fertilità maschile e tutti gli esami del liquido seminale erano stati condotti in laboratori controllati e certificati.

I parametri del liquido seminale valutati sono stati quelli classici e cioè: il volume, la concentrazione degli spermatozoi, la loro motilità e morfologia.

 

  

 

In sintesi anche questa ”poderosa” meta-analisi confermerebbe che l’esposizione al fumo di sigaretta è associato ad una riduzione del numero e della motilità degli spermatozoi; il peggioramento di questi parametri seminali aumenta se il paziente ha già problemi di fertilità e in presenza di medi o forti fumatori.

Circa il 37% dei maschi, in età fertile, fuma tabacco di sigarette; le più alte percentuali le si trovano nei Paesi Europei.

 

 

 Sicuramente il fumo non fa bene agli spermatozoi e certamente molti altri fattori negativi possono giocare un ruolo in una infertilità di coppia e sono chiamati in causa nell’alterare la capacità di uno spermatozoo a fertilizzare un ovocita, ad esempio problemi genetici, frammentazione del DNA, altre tossine ed inquinanti presenti sempre nell’ambiente; comunque, quando un uomo desidera avere un figlio, è bene che cerchi di smettere di fumare.

 

Fonte:  

http://www.europeanurology.com/article/S0302-2838(16)30069-0/abstract/cigarette-smoking-and-semen-quality-a-new-meta-analysis-examining-the-effect-of-the-2010-world-health-organization-laboratory-methods-for-the-examination-of-human-semen  

Altre informazioni:  

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/6133-infertilita-maschile-pesticidi.html http://www.medicitalia.it/news/andrologia/5758-fumare-desideri-avere-figlio.html