Arriva il viagra che si scioglie in bocca

Dr. Gino Alessandro ScaleseData pubblicazione: 23 novembre 2013

Dopo il Sildenafil citrato (principio attivo del Viagra) in formulazione masticabile, prodotto da una azienda farmaceutica Italiana specializzata nella messa in commercio di farmaci generici la Pfizer rilancia la propria invenzione (forse con un po’ di ritardo) con una nuova formulazione del Viagra ovvero la forma orodispersibile che si scioglie in bocca in pochi secondi senza l’utilizzo di acqua lasciando un gradevole retrogusto al limone a differenza del Levitra (Bayer) orodispersibile messo in commercio dalla Bayer qualche anno fa che invece lascia un gradevole retrogusto alla menta. Il punto di forza della “pillola blu” è la velocità di azione (fast-absorbing) indipendente dalla assunzione di cibo tanto che inizia a fare il suo effetto in media entro 12 minuti.

Presentata in Conferenza Stampa a Milano questa novità che promette di essere la diretta concorrente del farmaco generico “masticabile” che ad oggi ha avuto un enorme successo. In farmacia si trova dal 18 novembre c.m. nella sola formulazione di 50mg in confezioni da 2, 4 o 8 compresse.

Secondo i dati Pfizer la Lombardia è la regione dove si consuma in assoluto più Viagra mentre Roma è la città in cui ne sono state vendute di più nel 2013 (dovuto probabilmente all’alta densità di popolazione che la utilizza solo occasionalmente anche per scopo ludico); invece se si analizza il consumo pro-capite esso è più alto in Emilia-Romagna seguita dalla Toscana e Liguria (questo accade quando essa viene usata esclusivamente per scopo terapeutico). La Basilicata invece è la regione dove se ne consuma di meno (probabilmente esistono ancora oltre che una bassa densità di popolazione dei tabù culturali riguardanti il sesso). Nelle città il maggior consumo pro-capite è stato registrato nella città di Piacenza seguita da Rimini e Livorno. Ogliastra in Sardegna è la citta in cui se ne consuma di meno. L’Italia in Europa si pone al secondo posto dopo l’Inghilterra come maggior consumatore di Viagra.

 

Considerazioni personali

Questa nuova formulazione che probabilmente uscirà in commercio ad un prezzo inferiore rispetto al precedente potrebbe continuare ed incrementare il contrasto nei confronti dell’enorme commercio collaterale di farmaci contraffatti venduti on-line come già sta accadendo con l’uscita della formulazione masticabile del generico.

Chissà se il trend sarebbe lo stesso se si rendessero commerciabili le droghe leggere ad uso terapeutico!

 

Fonte: Conferenza Stampa Pfizer

 

News correlate:

Autore

ginoalessandroscalese
Dr. Gino Alessandro Scalese Urologo, Andrologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1997 presso Università degli Studi di Bari.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 11376.

23 commenti

#5
Utente 266XXX
Utente 266XXX

Gentile dottore, dal sito di federfarma risulta che questo "nuovo" prodotto della Pfizfer costa ben 27,95 per n. 2 compresse. Mi auguro che i pazienti lascino sugli scaffali tale prodotto. Per i nostalgici della pillola blu esistono ormai i cosiddetti generici ben più economici, ivi compresa la pillola masticabile.
Esistono peraltro, come ben sa, molecole più moderne e selettive e a costi più bassi.
Cordiali saluti.

#6
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

gentile utente,
in effetti è un costo un costo più alto rispetto a quanto presupposto.
D'Accordo che è sempre importante guardare il lato economico ma è anche vero che non dobbiamo mai perdere di vista le problematiche riferite dal paziente ed in base a questo prescrivere il principio attivo a lui più idoneo anche se a volte più costoso, partendo dal presupposto che non tutti i farmaci e nell'ambito dello stesso principio attivo non tutte le formulazioni hanno effetti terapeutici ed effetti collaterali identici.

#7
Utente 266XXX
Utente 266XXX

Gentile dottore, premesso che ogni soggetto reagisce in modo differente ai farmaci ed ognuno è libero di scegliere il farmaco da utilizzare, ma mi riesce davvero difficile comprendere perché mai uno dovrebbe utilizzare una molecola ormai "vecchia" a costi così elevati, quando ormai il mercato fornisce farmaci equivalenti del tutto analoghi a quello citato a costi di gran lunga più bassi. Le dirò di più, mi risulta ugualmente difficile comprendere il razionale dell'utilizzo di un farmaco così arcaico, quando oggi esiste ad esempio il levitra (solo per fare un esempio, ben lungi dal fare pubblicità) che a concentrazioni 5 volte più basse da risultati almeno uguali al viagra se non superiori e con effetti collaterali ben più bassi e a costi di circa la metà. Insomma ciò che voglio dire, è che non comprendo (forse sarà un mio limite)la politica commerciale della Pfizer, che a mio avviso, oggi, in un mercato costituito da persone dotate da un minimo di razionalità, non venderebbe neanche uno scatolo del proprio prodotto.

#8
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

Gentile utente,
Ricordo che la indicazione terapeutica e la scelta del farmaco è sempre a discrezione del medico con il quale si può discutere sul perchè dell'uno o dell'altro. Ricordo inoltre che ogni tipologia di farmaco con le differenti formulazioni ha una differente farmacodinamica (velocità di assorbimento, tempo di dimezzamento, concentrazione massima efficace ecc.). Essendo diverse le varie molecole non può assolutamente essere messo in confronto il dosaggio (5mg,10mg, 20 mg, 25mg, 50mg o 100mg) e ad oggi rimangono valide tutte le formulazioni compreso il capostipite (Viagra) che ripeto ha indicazioni peculiari. In effetti l'unica cosa su cui si può discutere è la differenza di prezzo fra il generico ed il Viagra. Solo nella pratica clinica verificheremo quale fra i due (generico o non generico) è più efficace e sicuro.

#9
Utente 266XXX
Utente 266XXX

Gentile dottore, lungi da me instaurare alcuna polemica, però mi riesce difficile comprendere per quale ragione due farmaci equivalenti (fatto salvo eventuale allergia individuale verso qualche eccipiente), dovrebbero avere comportamenti differenti sia sotto l'aspetto dell'efficacia che della sicurezza.
Per quanto riguarda invece le diverse molecole oggi esistenti , a mio avviso, in generale, non ha alcun senso oggi usare il sildenafil, quando esiste ad esempio il vardenafil che con dosaggi con ordine di grandezza 5 volte più basso, consente di ottenere una molecola con un'emivita superiore per durata ed efficacia e con minori effetti collaterali, per di più anche più economica. Poi per carità ognuno è libero di scegliere come crede.
PS quando scrivo scegliere come crede, ovviamente mi riferisco alla scelta fatta di comune accordo con il proprio medico.

#10
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

La nostra esperienza consolidata nel campo ci dice che quando esce un nuovo farmaco "generico" esso non sempre ha la stessa efficacia e sicurezza del farmaco con il marchio della ditta di origine in quanto possono variare gli eccipienti, la titolazione del principio attivo ecc. e quindi l'assorbimento. Solo con il suo utilizzo nel tempo possiamo verificarne la efficienza. Per quel che riguarda il tipo di farmaco torno a ripeterle che ognuno ha una FARMACODINAMICA (vedasi la emivita) differente e quindi l'andrologo in base alle problematiche associate del paziente sceglie il principio attivo più idoneo. Chiaramente sono dettagli tecnici difficili da spiegare ai non addetti ai lavori a meno che lei non è un farmacista o medico ed allora potremmo parlarne con termini più tecnici nell'area adeguata.

#11
Utente 266XXX
Utente 266XXX

No, non sono né un farmacista né un medico, sono un ingegnere.
A parte i diversi articoli presenti sul web, ho letto diversi studi via via presentati ai vari congressi andrologici sull'uso di queste sostanze, oltre ad avere più volte consultato un volume di andrologia.
Non ho intenzione di intavolare alcun contradditorio tecnico-scientifico, però mi piacerebbe che lei mi presentasse un caso tipo nel quale l'andrologo consiglierebbe al suo paziente il sildenafil in luogo del vardenafil.
Prendo a riferimento queste due molecole per la loro affinità, rispetto all'altra presente in Italia (tadalafil), che come è noto ha una emivita molto differente.
Cordiali saluti.

#12
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

Considerando che il Sildenafil ha una emivita (tempo di dimezzamento del faramco nel sangue)di 4h, rispetto al Vardenafil che ne ha 8 un esempio tipico di paziente a cui lo prescriverei è quello a rischio di effetti collaterali (es. pz Cardiopatico in terapia multipla in cui non sia controindicata l'assunzione di farmaci di questo tipo) proprio per cercare di limitare l'esposizione al faramco per il minimo tempo possibile. In questa tipologia di paziente utilizzerei il farmaco brandizzato per questioni di sicurezza di titolazione del principio attivo.

#13
Utente 266XXX
Utente 266XXX

Ok dott., esempio molto chiaro.
La saluto cordialmente.

#14
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

In patica in linea di massima al paziente anziano sessualmente attivo dovrebbe essere assegnato il farmaco a più breve emivita.
Quindi come vede ogni tipologia di principio attivo ha una categoria (target) ben precisa di pazienti ai quali può essere prescritto.

#15
Dr. Chiara Lestuzzi
Dr. Chiara Lestuzzi

Ultimissime dal nord-est:
dice un rappresentante della Pfizer che a Tarvisio (UD) ne stanno ordinando vagonate... E sapete perché?
A pochi chilometri, in Austria, appena al di là del confine, c'è un bellissimo casino (senza accento) dove pare che molti impiegato vadano a fare una scappata in pausa pranzo, e il Viagra sublinguale aiuta a sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione.

#17
Utente 332XXX
Utente 332XXX

illustre dott.Scalese, ho 23 anni e peso 55/56 kg e per motivi di ansia o paura da prestazione assumo Levitra. Quale dose mi consiglia 5mg o 7, 5mg sono indeciso..?! Ho saputo da poco che esiste Viagra generico che costa molto meno, posso comprarlo ugualmente?

#18
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

I dosaggi del Levitra in commercio in Italia sono 5 10 e 20mg, non esiste la formulazione da 7,5mg e le comprsse non sono divisibili. Tenga presente che la autosomministrazione di questa tipologia di farmaco senza approfondito colloquio con l'andrologo può avere effetti controproducenti peggiorando il problema anzichè risolverlo.
Per quel che riguarda il Sildenafil (generico del Viagra) può avere maggiori informazioni leggendo il mio articolo: https://www.medicitalia.it/news/andrologia/3950-la-pillola-blu-diventa-masticabile.html

#19
Utente 332XXX
Utente 332XXX

Grazie dottore. Trovo il suo articolo interessante. Viagra generico ha i dosaggi da 25,50,100mg, in tal caso credo siano tanto per me 25mg..o crede che i 10mg di Levitra siano gli stessi 25mg di viagra generico?

#20
Utente 332XXX
Utente 332XXX

ps: crede che per la mia corporatura 5 mg Levitra possono bastare? Grazie mille per le risposte dottore.

#21
Dr. Gino Alessandro Scalese
Dr. Gino Alessandro Scalese

Il consiglio sulla posologia ed il tipo di farmaco da utilizzare lo deve esprimere il suo andrologo di fiducia sempre che ci sia l'indicazione alla sua assunzione che va verificata.

#22
Utente 332XXX
Utente 332XXX

Grazie dottore. Un ultima domanda. 5mg di Levitra corrisponde a 25 mg di viagra?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche erezione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati