Una notizia che è stata data al 35°Congresso di Medicina della riproduzione che si è tenuto ad Abano terme. Una studio interessante che viene portato avanti da un gruppo di studiosi Padovani i quali hanno elaborato un prodotto naturale, basato sull' estratto di un fagiolo, in grado di curare i sintomi dell'andropausa compreso anche chiaramente la ridotta produzione di testosterone, l'osteoporosi e i disturbi metabolici.

 Il tutto è frutto di un lungo lavoro durato circa 8 anni, studio coordinato dal professor Carlo foresta e Luca De Toni, i nostri studiosi italiani hanno dimostrato che la osteocalcina, che è una proteina prodotta dall' osso e in maniera più precisa dall’osteoblasto, possono influenzare positivamente le strutture dell'organismo, in particolare sono in grado di stimolare la produzione di testosterone ma anche l'attivazione della vitamina D, il rilascio di insulina e la sensibilità all'insulina stessa curando in tal modo i sintomi e i segni della sindrome metabolica.

Studiando il recettore tramite il quale l’osteocalcina determina i suoi effetti, si è isolata una piccola porzione della proteina composta da solamente 21 aminoacidi che interagisce con i meccanismi recettoriali.

 Il tutto ha consentito di sintetizzare in laboratorio la proteina creando quindi una proteina attivante che è in grado di determinare gli stessi risultati della osteocalcina sull'osso, sulla secrezione dell'insulina e sulle cellule del tessuto adiposo come anche sulla produzione di testosterone. L’estratto di fagiolo si è dimostrato particolarmente utile tanto è vero che adesso il suo brevetto è depositato a livello internazionale e vi sta lavorando una nota causa farmaceutica. Questa scoperta è di grande rilevanza perché questo principio nutraceutico ha degli effetti interessantissimi sulla andropausa senza gli effetti collaterali dei farmaci.

 

Per approfondire:

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28395130

 

 

Logo medicitalia.it