Omega-3 e fertilità maschile, revisione della letteratura

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 11 ottobre 2019

 

L'infertilità colpisce circa il 15% di tutte le coppie in tutto il mondo. Fattori maschili come la riduzione della qualità del seme contribuiscono a circa il 40% dei casi. Recensioni recenti hanno dimostrato che diversi alimenti e sostanze nutritive possono migliorare la qualità del seme.

 

E’ stata condotta una revisione sistematica al fine di studiare se l'assunzione di acidi grassi omega-3 può migliorare i marcatori di qualità del seme.

 

Una ricerca sistematica di PubMed, Embase e Cochrane è stata condotta in conformità con le linee guida PRISMA dal primo anno di indicizzazione online disponibile fino a ottobre 2018.

Le parole chiave correlate alla fertilità o infertilità maschile sono state combinate con parole che descrivono gli acidi grassi omega-3 e l'assunzione di pesce nella dieta. Sono stati inclusi studi randomizzati e studi osservazionali su uomini sterili e fertili.

Gli studi sono stati considerati ammissibili se soddisfacevano i criteri di inclusione, valutavano l'effetto degli acidi grassi omega-3 o l'assunzione di pesce nella dieta e avevano come risultato primario la qualità del seme.

Quattordici degli studi inclusi hanno riscontrato un miglioramento o un'associazione tra omega-3 e almeno un marcatore di qualità del liquido seminale. Poiché gli studi erano molto disomogenei nei partecipanti (fertile / infertile, età, BMI, etnia ecc.), Non è stata eseguita alcuna meta-analisi.

 

I risultati di questa recensione sono limitati dai pochi RCT disponibili. Inoltre, gli RCT erano molto eterogenetici in base alla popolazione dello studio, alla dimensione del campione, al dosaggio di omega-3 e alla durata del follow-up. I risultati degli studi osservazionali potrebbero essere stati influenzati dalla distorsione del ricordo e confusi dai fattori dello stile di vita.

 

Conclusione

Sulla base dei risultati di questa recensione, gli integratori di omega-3 e l'assunzione dietetica di omega-3 potrebbero migliorare i parametri di qualità del seme in uomini e donne sterili di coppie in cerca di trattamento per la fertilità. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per chiarire completamente l'effetto dell'omega-3 sulla qualità del seme e la ricerca con fecondità poiché è necessario un punto finale.

 

Fonte: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/andr.12649

 

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche spermatogenesi 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati