Papilloma virus uomini.

HPV: un uomo su tre nel mondo ha l'infezione

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Un nuovo studio sistematico, condotto da un gruppo di ricercatori europei e nordamericani e ora pubblicato sul "The Lancet Global Health" confermerebbe che un uomo su tre presenta il Papilloma virus e uno su cinque presenta uno o più ceppi ad alto rischio oncogeno.

Quanto è diffuso l'HPV negli uomini?

Quest’alta prevalenza di infezioni genitali da HPV riscontrata nei maschi dovrebbe ribadire l’importanza di aumentare l’attenzione verso il papillomavirus nel sesso maschile, che dovrebbe sempre essere coinvolto pesantemente anche nella prevenzione delle malattie causate da questo virus, a volte veramente drammatiche.

Questa revisione sistematica, sulla base di numerosi studi pubblicati tra il 1995 e il 2022, ha confermato questa prevalenza nella popolazione maschile generale. In particolare la prevalenza globale aggregata è risultata:

  • del 31% per qualsiasi HPV,
  • del 21% per l’HPV ad alto rischio.

L'HPV-16 è il genotipo HPV più diffuso seguito dall'HPV-6. La prevalenza dell’HPV è elevata nei giovani maschi adulti, raggiungendo il suo apice tra i 25 e i 29 anni, per poi diminuire leggermente in seguito. 

Le stime di prevalenza aggregate sono apparse simili nelle regioni geografiche di Europa e Nord America, Africa sub-sahariana, America Latina e Caraibi, Australia e Nuova Zelanda (Oceania). Le stime per l'Asia orientale e sud-orientale sono invece risultate la metà di quelle delle altre regioni.

Per approfondire:Infezioni virali e batteriche: quanto incidono sulla fertilità maschile?

HPV: sintomi e complicanze

Bisogna sempre ricordare che la maggior parte delle infezioni da HPV negli uomini e nelle donne sono senza sintomi, cioè non vengono lamentati disturbi significativi ed importanti, ma a volte possono determinare gravi conseguenze e la mortalità a lungo termine. 

La ricerca conferma che ogni anno più di 340.000 donne muoiono di tumore al collo dell'utero (o cancro alla cervice).

Negli uomini invece l'infezione da HPV procura lesioni dermatologiche quali verruche ano-genitali (per esempio i condilomi anali) che possono causare una significativa morbilità ed aumentare così i tassi di trasmissione del virus. 

Le infezioni da HPV possono anche essere associate ad alcuni tumore del pene, dell'ano e dell'orofaringe, comunemente dovuti all'HPV di tipo 16. 

L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha stimato che nel 2018 si sono verificati circa 69.400 casi di cancri negli uomini causati dall’HPV. 

Questa ricerca specifica e complessa sull’incidenza dell’infezione genitale da HPV tra gli uomini conferma che questa infezione virale è ancora molto diffusa e quindi si deve continuare a sottolineare l’importanza della prevenzione di queste infezioni per tentare di ridurre l’incidenza della malattia correlata all’HPV, sia negli uomini che nelle donne.

Per approfondire:Condilomi e infezioni da HPV in calo grazie al vaccino

Data pubblicazione: 06 settembre 2023

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

Iscriviti alla newsletter

5 commenti

#2
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Gentile Dra Sviridonova,
grazie per la sua valutazione positiva alla mia new.
Ancora un cordiale saluto.

#3
Utente 712XXX
Utente 712XXX

Grazie, molto utile

#4
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Gentile lettore,
la ringrazio per la sua positiva considerazione della mia news.
Un cordiale saluto.

#5
Utente 712XXX
Utente 712XXX

Buongiorno dottore, grazie.
Informazioni utili e da diffondere.

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche hpv