Ho mal di stomaco, sarà un tumore?

Dr. Andrea FavaraData pubblicazione: 01 aprile 2012

Sembrerebbe proprio di no o comunque estremamente improbabile secondo i dati di un recente studio inglese.

Gli autori hanno studiato un gruppo di pazienti ai quali è stato diagnosticato un tumore digestivo superiore, quindi esofageo o gastrico dal 2004 al 2007 e hanno verificato che solo 8 pazienti su 60 avevano riferito dispepsia prima della gastroscopia, confermando che è raro che un paziente al quale viene diagnosticato un cancro esofago gastrico lamenti dispepsia nelle 8 settimane che precedono la diagnosi.

Al contrario, in ben 56 su 60 pazienti (93%) era presente uno o più sintomi di allarme, ovvero:

  • disfagia (difficoltà a deglutire),
  • calo di peso,
  • anemia da carenza di ferro,
  • sanguinamento digestivo,
  • vomito ricorrente,
  • una massa addominale,
  • un rx tubo digerente con mezzo di contrasto con risultato sospetto.

Considerato che la dispepsia riguarda in modo variabile secondo le aree geografiche circa il 40% della popolazione, appare quindi ingiustificato eseguire una gastroscopia urgente in presenza di dispepsia al fine di diagnosticare precocemente un tumore mentre è più che corretto eseguirla in presenza di uno o più sintomi d’ allarme.

Al fine di utilizzare al meglio le risorse disponibili sarebbe quindi auspicabile che i medici di base tenessero anche conto di tali criteri quando stabiliscono un ordine di priorità negli accertamenti richiesti ed in particolare nelle gastroscopie utilizzando i cosiddetti ‘bollini verdi’ che garantiscono la precedenza nei casi realmente indicati.

 

Frontline Gastroenterol.2012;3(1):47-51

Autore

andreafavara
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Universita' Studi Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 31610.

8 commenti

#3
Ex utente
Ex utente

A me 8 su 60 non mi sembra poco, in questo modo anche con una semplice dispepsia non ci si potrà sentire proprio sicuri (va bene che è solo uno studio su un campione ristretto di persone). Ma si intende un dolore cronico per qualche settimana fino alla diagnosi?
La ringrazio.

#8
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

In effetti il lavoro ha rilevato che nei pazienti ai quali è stato gia' diagnosticato il tumore, la dispepsia era presente in una minima percentuale nel periodo precedente alla diagnosi. E' chiaro che la stragrande maggioranza di persone affette da dispepsia non ha un tumore.Prego

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche dispepsia 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati