Ragazze, avete mai fatto una visita ginecologica?

Dr.ssa Vincenza De FalcoData pubblicazione: 09 gennaio 2011Ultimo aggiornamento: 04 luglio 2011

Carissime ragazze, oggi mi rivolgo a voi, in modo particolare, per rivolgervi una domanda: avete mai fatto una visita ginecologica,?

Se non l’avete mai fatta, vi invito a leggere il mio articolo pubblicato su questo sito, nella sezione Minforma :

“La mia prima visita ginecologica: come affrontarla senza ansia e senza paure”

in cui vi spiego come abitualmente si svolge una prima visita ginecologica,  quello che potete e dovete chiedere al ginecologo, perché e quando è necessario fare la visita ginecologica.

Troverete inoltre alcuni suggerimenti che vi aiuteranno ad affrontare meglio la vostra prima visita ginecologica, che rappresenta sicuramente un importante evento per ognuna di noi donne.

 

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/664-la-mia-prima-visita-ginecologica-come-affrontarla-senza-ansie-e-senza-paura.html

 

Vi invito a farla al più presto.

Fatevi coraggio e affrontate la vostra prima visita con fiducia e serenità  .

E’ una tappa fondamentale della vostra vita di donna, e spero che voi tutte la ricorderete come un’esperienza positiva.

Come donna, e come ginecologa, mi sento particolarmente coinvolta e partecipe con lo stato d’animo di tutte le ragazze, che ho avuto la fortuna di visitare , alla loro prima esperienza con la visita ginecologica.

Ricordo ancora le mie sensazioni, le mie paure e il mio “imbarazzo” della mia prima visita ginecologica….e capisco benissimo quello che provate anche voi, care ragazze…..

Ma ricordo anche che la ginecologa che mi visitò per la prima volta, mi mise subito a mio agio, ispirandomi tanta fiducia e serenità….e mi aiutò molto ad affrontare questa  “prima” visita,  che si rivelò poi assolutamente diversa da quello che mi ero immaginata, del tutto indolore, rapida , e soprattutto mi risultò utile, in quanto la ginecologa che mi stava visitando, mi spiegava tutto ciò che stava facendo, e rispondeva a tutto ciò che le chiedevo, con gentilezza e competenza,  riuscendo a rendere il tutto, un incontro e un’esperienza indimenticabile della mia vita.

Oggi quella ginecologa,  ormai non è più tra di noi.

Nel corso dei miei studi di specializzazione in ginecologia, ho avuto poi, l’onore e la fortuna di diventare sua allieva,  e ha sicuramente lasciato in me un ricordo dolcissimo e indelebile,  che mi ha aiutato molto anche nella mia professione, a capire come deve essere il rapporto tra il ginecologo e la sua paziente,  che per la sua  peculiare sfera riguardante “cose tanto intime”,  è di per sé unico, e consente di stabilire un clima di confidenza  e fiducia,  a volte così forte, che rendono il ginecologo, nel mio caso “la ginecologa”,  e la sua paziente,  delle  vere “amiche”,  con cui talvolta confidarsi su cose che non si riescono a dire a nessun’altro.

Ma ora vorrei sapere da voi, se l’avete già fatta, com’è andata questa vostra prima esperienza.

Come vi è sembrata? Avete suggerimenti da dare a noi ginecologi,  per migliorare il nostro approccio e il nostro modo di fare in occasione della prima visita ginecologica delle nostre pazienti?

Raccontatemi la vostra prima visita ginecologica, ed esprimete con sincerità le vostre impressioni su come si è svolta, e soprattutto se avete avuto le informazioni che cercavate e se vi è stata di aiuto per risolvere i vostri problemi!

Aspetto le vostre opinioni e i vostri suggerimenti!

Aiuteranno noi ginecologi a migliorarci e a capire meglio tutto quello di cui avete bisogno!

Un affettuoso saluto a  voi tutte!

Autore

defalcovincenza
Dr.ssa Vincenza De Falco Ginecologo

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso università la Sapienza di Roma.
Iscritta all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43654.

11 commenti

#1
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Cara Vincenza,
argomento molto interessante anche per altre discipline mediche, come ad esempio l'andrologia o l'urologia, dove si registrano sempre grosse resistenze da parte dei nostri uomini ad una prima valutazione e spesso questa viene fatta solo se presente un problema clinico importante, già "scatenato".
La tua new mi stimola ad aprirne un'altra "urologica" rivolta ai ragazzi e alla loro prima visita andrologica.

#2
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

Caro Giovanni, questa tua iniziativa mi rende estremamente felice.
Richiamare l'attenzione sulla necessità di effettuare una prima visita ginecologica per le ragazze, e una prima visita andrologica per i ragazzi, è estremamente importante.
Soprattutto per i "maschietti" come tu stesso giustamente affermi, c'è una grande resistenza a farla, ma soprattutto oggi, che non esiste più la famosa visita di leva del servizio militare, una volta obbligatorio, è l'unico modo per poter diagnosticare precocemente patologie responsabili poi di problemi di infertilità e sterilità.
Attendiamo quindi suggerimenti e opinioni dai nostri ragazzi!

#4
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

Perfetto, speriamo di iniziare al più presto un dibattito sull'argomento con i nostri ragazzi!

#5
Utente 180XXX
Utente 180XXX

Buona sera dotto. sa come le avevo detto avrei raccontato la mia prima visita qui in questo post fatto da lei. L ho fatta oggi all 13 in consultorio.Che dire c'è una grandissima ansia ma tanta tanata i giorni prima e poi arrivi li e dice " ma che cavolata"! è stato proprio così..una bellacavolata!! allora ho fatto una chicchierata con la ginecologa, il motivo per cui mi sn rivolta da lei, ciclo mestruale e tutto e via visita. Ho dett che era per me la prima visita ed è stata proprio brava. Mi ha fatto spoglia, messa sul lettino mi ha aiutato a mettere le gmabe sugli appoggi e via. Che dire mi sono subito rilassata, anzi ero proprio tranquillissima. è stato tutto molto veloce, max 10 minuti scusi il termine a gambe aperte. Erano due donne per prima cosa mi ha messo lo speculum in vagina lubrificato ma nn mi ha fatto il pap test perchè ho troppo secrezioni vaginali infatti per questo mi ha dato una cura. ( ovuli vaginali per 8 giorni e lavande la mattina idem per 8 giorni) poi visita interna, ha messo due dita in vagina ed ok, ero super rilassata veramente ed infine eco trasvaginale. Tutto apposto, ho l utero retroverso, nn è riuscita a vedere l ovavio sinistro pero' ma solo il destro e anche per questo tra tre mesi devo rifare l eco. Dicimao che e stata molto fastidiosa la sonda dentro, addirittura certe volte mi ha fatto male il basso ventre anche eprchè e durata un bel po l eco pero' non ho detto nulla ed il gico è fatto!! rivestita e ho riparlato con lei perchè mi ha prescritto la cura che le ho detto, poi di ritornare appena le secrezioni vaginali erano meno per fare il pap test e infine mi ha prescritto degli esami del sangue da fare al 10 e 25 giorno di ciclo per via del ciclo irregolare e ritornare da lei!! costano un botto questi esami ed infatti nn so se li faro' perchè privatamente mi costano entrambi 100 euro!! mamma miaaaa..cmq per il resto tutto ok!! faccio qeusta cura, ritorno per il pap test e poi tra tre mesi eco di nuovo!! sperimao bene..arrivederci!!

#6
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

La ringrazio per il suo intervento, e sono lieta che questa sua prima esperienza con la visita ginecologica sia stata positiva.
Buona giornata!

#7
Utente 189XXX
Utente 189XXX

Buongiorno dott.ssa,
ho fatto la mia prima visita ginecologica un mese fa e devo dire che è andata molto bene! Ho scelto una ginecologa consigliatami da un'amica, la quale mi aveva detto: "è proprio una brava donna" ed effettivamente è stato così. Come tutte le ragazze, credo, anche io avevo le mie paure, ma già quando le ho telefonato per prendere l'appuntamento mi ha fatto una buona impressione, è stata fin dall'inizio molto gentile. Appena arrivata mi stringe la mano, gesto che mi ha fatto piacere, con me c'era il mio ragazzo e la dott.ssa mi chiede se voglio che entri con me, rispondo di sì. Iniziamo a parlare, mi fa le domande di routine, sempre con molta cordialità, mi sorride e sono già molto più rilassata. Infatti, al momento di spogliarmi, non ho provato nessun imbarazzo. Mi dice che mi avrebbe inserito lo speculum e che non mi avrebbe fatto male e così è stato, non ho sentito nulla. Dice subito che va tutto bene poi inserisce due dita e tasta l'addome, mi dice cosa sta sentendo e mi fa provare a toccare sulla pancia per far sentire anche a me, ribadisce che sto proprio bene. Mi fa rivestire e mi controlla il seno, dice che va tutto bene anche lì e mi spiega come fare da sola l'autopalpazione, mi fa provare. Che dire, è stata davvero brava! Ora il consiglio che darei ai ginecologi in particolare, per la delicatezza della visita, ma più in generale a qualsiasi tipo di medico, è quello di prestare attenzione al modo di entrare in relazione con il paziente. Quando una persona si rivolge al medico, lo fa perchè ha un problema e quindi già di per sè non si sente molto bene, o perchè vuole fare un controllo e allora potrebbe esserci un pò di timore che venga trovato qualcosa che non va. In questa situazione, l'ultima cosa di cui il paziente ha bisogno, è trovare un medico sgarbato che lo tratti con distacco. Purtroppo questo capita, ma non dovrebbe succedere. Il medico non è un meccanico, ha a che fare con persone che devono essere trattate come tali, non come dei meri casi clinici, perchè hanno una propria storia e provano emozioni.
Buon lavoro e complimenti per aver aperto questa discussione!

#8
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

La ringrazio, e soprattutto le sono grata per aver evidenziato uno degli aspetti che ritengo importantissimo, nel rapporto che si deve instaurare tra medico e paziente in generale, e nel caso specifico in occasione della prima visita ginecologica: l’empatia.
Empatia fra medico e paziente intesa come capacità di comprendere i sentimenti,le necessità e le sofferenze della donna o dell’uomo che ci troviamo di fronte, grazie alla quale riuscire ad aiutare e sostenere in modo valido, sia da un punto di vista professionale, sia da un punto di vista umano, la persona che ci sta chiedendo aiuto.
Solo così, si riuscirà ad ottenere la fiducia e la confidenza della paziente, e si potrà essere in grado di stabilire un rapporto di stima stabile e duraturo nel tempo, che personalmente ritengo sia di stimolo a fare sempre meglio e a impegnarsi sempre di più, per tutti quei pazienti che abbiamo la fortuna e l’onore di curare.
Grazie ancora, e buona giornata!

#9
Utente 437XXX
Utente 437XXX

buongiorno,
io sono vecchietta e con prole e quindi di visite ginecologiche ne ho fatte parecchie...
Però la prima la ricordo ancora, con grande serenità, considerato l'ansia che avevo prima di farla.
Oggi, credo proprio grazie a quell'esperienza positiva ed anche alle successive naturalmente, il ginecologo e' il medico che temo di meno....ahaha

#10
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

Grazie anche a lei cara signora, per la sua gradita testimonianza che è un prezioso contributo per rassicurare le ragazze che si apprestano ad affrontare la prima visita ginecologica!

#11
Utente 290XXX
Utente 290XXX

Salve,

volevo fare un'osservazione. Vivo in Sicilia e precisamente nella provincia di catania, dove per nostra fortuna, abbiamo molti medici ginecologi bravissimi e competenti. C'è solo una cosa che non va: sono troppo CARI! Andare dal ginecologo per una giovane ragazza/donna equivale a svenarsi di volta in volta. Non si può più sostenere una situazione del genere!! Non è giusto! :-( Sono molto rammaricata di questo fatto. In Europa, prendiamo la Germania ad esempio, non esiste una situazione simile.
E' vero che esistono anche ginecologi con la mutua ma, dalle diverse esperienze che ho avuto in passato con altri medici della mutua, preferisco sempre andare da un medico che visita privatamente ma questo significa, almeno a Catania, SVENARSI. Non è una cosa giusta. Chi ha soldi può curarsi, può avere assistenza, chi non naviga nell'oro è abbandonato al suo destino.

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche adolescenza 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati