Lasik Xtra, una lasik "rinforzata". Sarà efficace anche nel cheratocono?

Dr. Antonio PascottoData pubblicazione: 03 agosto 2012Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2016

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Approvata già dallo scorso febbraio una tecnica accelerata di cross-linking corneale che evita i rischi di alterazioni corneali post-chirurgiche. Sarà efficace anche per curare i difetti visivi in chi soffre di cheratocono?

Cross-linking corneale

Una procedura chiamata Lasik Xtra, che mira a rafforzare la cornea dopo il trattamento LASIK, ha ricevuto l'approvazione CE per l'applicazione della stessa all'interno dei paesi della Comunità Europea. Il trattamento è stato anche approvato in Canada.

Realizzata dalla Avedro, la Lasik Xtra non è altro che un'evoluzione del già noto trattamento di cross-linking corneale, utilizzato da tempo per la cura del cheratocono. Con tale trattamento, viene applicata una soluzione contenente riboflavina sulla superficie dell'occhio (la cornea) e poi si utilizza il sistema KXL della Avedro per irradiare la cornea con i raggi UV-A. La Lasik Xtra è una forma molto rapida di cross-linking corneale, dato che è richiesta un'applicazione di soli due minuti del KXL (di contro, il cross-linking attualmente usato per il cheratocono dura circa un'ora).

In base a quanto dichiarato dalla Avedro, gli studi dimostrano che la procedura è utile soprattutto negli ipermetropi sottoposti a Lasik, che non mostrano, così, la tendenza alla regressione che si manifesta talvolta in chi si sottopone a trattamenti Lasik standard.

Anche se il cross-linking corneale non ha ancora ricevuto l'approvazione dell'FDA (laddove il trattamento è già in uso da anni in Europa, con notevoli vantaggi per i nostri pazienti), il sistema di trattamento della Avedro ha ricevuto l'autorizzazione come "orphan drug" dalla stessa agenzia. Lo stato di "farmaco orfano" viene di solito conferito a quei trattamenti che vengono considerati utili per la cura di malattie per le quali non ci sono cure alternative (in tal caso, la malattia in questione è il cheratocono, caratterizzato da un progressivo assottigliamento della cornea).

 

I comunicati della Avedro:

http://www.avedro.com/lasikxtra

http://www.instinctiveuk.com/images/uploads/2012/06/13/162713/KXL%20Lasik%20Xtra.pdf

Autore

antoniopascotto
Dr. Antonio Pascotto Oculista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1994 presso Università degli Studi di Napoli.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Napoli tesserino n° 27245.

2 commenti

#1
Dr. Luigi Marino
Dr. Luigi Marino

antonio funziona molto bene
la pratico da molti anni
complimenti per l'articolo molto bello

#2
Dr. Antonio Pascotto
Dr. Antonio Pascotto

Si, i pazienti affetti da cheratocono chiedono spesso una soluzione che, oltre a stabilizzare la malattia, migliori anche significativamente la qualità visiva.

Attendiamo ulteriori riscontri.

Ciao Luigi, e grazie per i complimenti!

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.