Problema erezione o problema di lei?

Salve,
vorrei avere un chiarimento durante i preliminari ho erezione e anche nel momento che avvicina la penetrazione, ma la vagina della mia ragazza non è lubrificata e quindi non si dilata, dopo un po che insisto nel penetrazione perdo l'erezione che ritorna dopo pochi preliminari, ma non riesce a entrare. anche con la stimolazione manuale a male ed è molto stretta.

Quindi è un problema mio di erezione o suo di lubrificazione?
è normale perdere l'erezione dopo un po che uno prova e non entra?

GRAZIE è importante
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore ,
da come descrive la situazione sembra più essere un problema di non perfetta lubrificazione della partner e che sta diventando anche un ostacolo per la sua erezione. La ragazza è alla sua prima esperienza sessuale? Un consiglio che in questi casi si dà è quello di prolungare un pochino i preliminari e sdrammatizzare la situazione magari usando ,come gioco, un gel lubrificante.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
si sono le prime volte che succede. ora io ci penso continuamente e rischio di andare in crisi per il troppo pensiero.
le volte che è riuscita la penetrazione le ha sempre fatto male, a parte le volte che è successo d'improvviso non le faceva male.

dovrebbe avvenire facilmente la penetrazione?

ha qualche nome di gel?

[#3]
Dr. Giuseppe Benedetto Urologo, Andrologo 2,7k 16
perfettamente daccordo con il collega

dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com

[#4]
Dr. Edoardo Pescatori Urologo, Andrologo 4,6k 107 13
Gentile lettore,

ritengo che Internet abbia i suoi limiti. Mi sembra opprtuno che la sua ragazza possa essere valutata in ambito ginecologico.

Edoardo Pescatori

Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore ,
se il problema persiste è chiaro che ,da questa posizione ,non è possibile darvi altri suggerimenti specifici e bisogna consultare uno specialista. Comunque , se le penetrazione è possibile, come sembra, molte volte il segreto è non drammatizzare e favorire una buona lubrificazione.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta.
[#6]
Dr. Stefano Garbolino Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo 2,5k 36 3
Gentile utente,
la difficoltà a penetrare la sua compagna deriva verosimilmente da una problematica della stessa (con difficoltà e dolore durante la penetrazione). D'altra parte l'atto sessuale è un piacere e se in tale contesto quello che emerge è invece il dolore, è chiaro che la sua erezione ne risente ed è normale che lei perda la voglia (e quindi l'erezione) di continuare ad avere rapporti sessuali.
Vi consiglio una consulenza sessuologica di coppia al fine di contestualizzare al meglio il disturbo sapendo che esistono sistemi e cure per il suo caso.

Cordialmente.


Stefano Garbolino

Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#7]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
Ok grazie mille per la consulenza.
cmq io assumo da un po l'arginina che ho sentito dire favorisce l'erezione.

Grazie


[#8]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Non conti molto sull'Arginina però per risolvere un eventuale problema relazionale o della sua partner.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#9]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
e perchè tutti dicono che aiuta l 'erezione?

l' andrologo che mi ha visitato mi ha dato un aiuto per stare più tranquillo : arginina e cialis 2 volte alla settimana.

va bene?

grazie
saluti
[#10]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Per la sua erezione sicuramente meno per l'eventuale dolore alla penetrazione.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#11]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
io intendevo per l 'erezione. per il dolore e la lubrificazione andremo dal ginecologo. usistono gel per aiutare la dilatazione?

Grazie
[#12]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
A questo punto le indicazioni per la partner le verranno date , dopo la valutazione clinica diretta, dal collega ginecologo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#13]
Dr. Giuseppe Benedetto Urologo, Andrologo 2,7k 16
ci mantenga informati
[#14]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
salve,
in seguito a un rapporto a rischio ma protetto con profilattico duarato un minuto senza fuori uscita di sperma 3 anni fa. ho eseguito 2 test hiv.

1° dopo 1 anno e mezzo (18 mesi) esito NEG
2° dopo 2 anni (24 mesi) esito NEG

posso stare tranquillo?

RISPONDETEMI PER FAVORE

[#15]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
Per favore mi potete rispondere.

GRAZIE
[#16]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore ,
può stare tranquillo , se non ha avuto altri contatti o rapporti a rischio ,dopo sei mesi dal supposto "contagio" se il test da lei fatto è negativo come riferito.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#17]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
Si sull esito c'era scritto NEG e a fianco valore nominale normale NEG?

QUINDI NEGATIVO?

GRAZIE
[#18]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Certamente , sembra tutto abbastanza chiaro!
[#19]
Dr. Giuseppe Benedetto Urologo, Andrologo 2,7k 16
non ci sono ombre di dubbio, stia tranquillo
[#20]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Ci tenga comunque aggiornati.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio