Dolore-fastidio testicolo sinistro

Salve gentili dottori, sono un ragazzo di 25 anni, da circa 3 giorni avverto una sorta di dolore/fastidio al testicolo sx che si protrae alternatamente all'inguine e/o coscia e alla zona addominale. Circa 2 anni fà tramite una visita andrologica mi è stato riscontrato un varicocele di primo grado e prescritto uno spermiogramma che per mia negligenza non ho eseguito. Motivato da questi sintomi ho deciso di fare una nuova visita per vedere se la situazione si è evoluta e per fare gli esami necessari.

Il mio quesito è questo:

- La visita, dato il periodo dell'anno, potrà avere luogo non prima del 2 gennaio 2013. Dato che il dolore è fastidioso, possono essere efficaci farmaci come paracetamolo? (non chiedo una prescrizione, vorrei solo sapere se hanno un'efficacia nel ridurre i sintomi)

- L'attività sessuale in questo periodo può essere fonte di peggioramento di tali sintomi? Sarebbe il caso di "riposare" da questo punto di vista?

Grazie per l'attenzione, attendo risposte!
[#1]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Gent.mo utente

un varicocele di grado I° non provoca dolori testicolari e quindi è probabile che possa dipendere da altre cose come ad esempio una infiammazione/infezione che va valutata attraverso una visita specialistica. L'uso di farmaci come quello descritto può attenuare il dolore ma non risolve la sintomatologia, quindi senta anche il suo medico per una eventuale visita specialistaica.

Un cordiale saluto

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta! Il fatto è che non vorrei che nel giro di 2 anni il varicocele possa essere avanzato di stadio.
[#3]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
questa è un altra cosa, per valutare se intervenire sul varicocele, patologia che può provocare infertilità, serve un esame del suo liquido seminale e dei dosaggi ormonali.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buona sera, questa settimana ho fatto le visite dal medico di base e da un andrologo-urologo. Il medico di base mi ha prescritto ciproxin e brufen entrambe 2 volte al giorno dopo aver diagnosticato un infiammazione a livello testicolare.
Lo specialista visitandomi ha constatato una epididimite (oltre ad un varicocele un po piu accentuato) nel testicolo sx. In più ha aggiunto medifluss 320 al mattino per 3 mesi..
Tra 15 gg eseguire emocromo, es. urine, urinocoltura, spermiogramma e spermiocoltura

Dottori vi volevo chiedere se l'epididimite è curabile perke leggendo qua e là ho sentito di storie terribili di epididimiti che non vogliono passare, di cronicizzazioni ecc. Insomma questa cosa mi demoralizza parecchio e ho paura di tenermi questo dolore a vita!!!
Grazie per le risposte
[#5]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
bene sembra confermato quello che avevo supposto, quindi proceda con la terapia prescrittale e non si allarmi per nulla. Alla fine della terapia se la sintomatologia fosse passata ripeta eventualmente un'ecografia e proceda con gli accertamenti per valutare se intervenire chirurgicamente sul varicocele, eseguendo almeno uno spermiocitogramma secondo i criteri WHO 2010.

Cordiali saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, la informo sugli sviluppi della faccenda.
La cura con Ciproxin non ha prodotto nessun risultato cosi 10 gg dopo la fine della terapia ho fatto emocromo, es urine, urinocoltura e spermiocoltura.
Per qanto riguarda quest'ultima sono risultato positivo ai Germi comuni, mentre miceti e Mycoplasma e Ureaplasma anch'esso negativo.

Organismo selezionato: Enterococcus spp.
Carica batterica: 100.000 ufc/ml

Antibiogramma:

ANTIMICROBICO MIC INTERPRETAZIONE

Benzilpenicillina
+Amoxicillina
Ampicillina <=2 S
+Amoxicillina/Acido clavulanico S
+Ampicillina/sulbactam S
Oxacillina
Imipenem <=1 S
Gentamicina
Ciprofloxacina <=0,5 *R
Moxifloxacina <=0.25 *R
+Azitromicina R
+Claritromicina R
Erotromicina <=0,25 *R
Clindamicina <=0.25 *R
Linezolid 2 S
Teicoplanina <=0.5 S
Vancomicina 2 S
Tetraciclina
Tigeciclina 0.25 S
Fosfomicina
Acido fusidico
Rifampicina

+=antibiotici dedotti *=modificato AES **=modificato utente

CONCLUSIONI AES
Affidabilità: Coerente
Fenotipo: BETA-LATTAMICI PENICILLINASI ACQUISITA


Sono stato dall'andrologo, il quale mi ha prescritto Augumentin per 3 giorni 2 compresse e per altri 3 giorni una compressa, insieme a Flaminase, dicendomi di rivederci alla fine dell'assunzione.
Il medico curante invece sostiene di fare la terapia per 10 giorni con 2 compresse al giorno in quanto ritiene che non siano sufficenti le modalità prescritte dall'andrologo (tra l'altro sospetta che l'epididimite potrebbe anche essere causata da una sciatalgia dati i miei dolori alla gamba)

Che ne pensa della spermiocoltura?
E' un batterio difficile?
La terapia le sembra appropriata?
Potrei avere una prostatite?
[#7]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
concordo con una terapia che duri almeno 10 giorni e poi ripetizione cultura a distanza di almeno 2 settimane per confermare la negatività.

ancora cordialità
[#8]
dopo
Utente
Utente
Salve, ho ripetuto la spermiocoltura per ricerca germi comuni ed è risultato negativo.
I sintomi all'epididimo restano ed anche i dolori che si irradiano nella gamba.
In più avverto anche dei lievi ma continui bruciori all'ano. Le mie domande sono:

1) Secondo lei si potrebbe trattare di prostaite?


2) Sarebbe il caso di fare qualche controllo specifico della prostata (finora ho fatto una ecografia frontale e le dimensioni sono nella norma della mia età)?

3) Il medico mi ha consigliato degli antinfiammatori, oltre a questo c'è qualcos altro che potrei fare?

4) E' il caso di ripetere la spermiocoltura tra un po di tempo?
[#9]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
faccia un'ecografia testicolare che confermerà o meno l'infiammazione epididimaria e poi ci faccia sapere.

Cordiali saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
si gia l'ecografia l avevo fatta allo scroto ed è risultato lieve aumento di volume dell'epididimo sx.
[#11]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
bene oltre all'aumentato volume ci saranno altri segni ecografici che da questa postazione è impossibile valutare, nelle sue condizioni solo lo specialista che conosce la sua storia clinica è in grado di consigliarla sul da farsi.

Cordialità

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio