Desiderio sessuale

Cari dottori,ho 30 anni,è da quando avevo 22 anni che ho avuto un calo del desiderio sessuale,sento anche sessualmente parlando il bisogno di toccarmi di meno,può essere che da quando avevo 22 anni che coincide psicologicamente parlando con la fine dell'adolescenza abbia avuto questo calo del desiderio sessuale è normale tutto ciò?Rispondetemi in numerosi
[#1]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore,
si accontenti di me, per ora. nella sessualità è tutto soggettivo. Ser lei riferisce calo del desiderio questo è: che può avere cause psicogene, prostatiche, ormonali, metaboliche. Il resto sono illazione,m come sarebbe una illazione fare diagnosi da qua, nonostante le sue eventuali delucidazoni. Senta collega dal vivo che ha già aspettato troppo e se ci son di mezzo ormoni son dolori dolorosi.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Continuate a rispondetemi in numerosi perfavore
[#3]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
La ringrazio
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
Mi associo alla risposta già ricevuta.

Mi chiedo perché dopo ben otto anni di silenzio dei sensi, proprio qui ed online, lei desidera più risposte e pareri e per di più con questa urgenza.....

Il tema del desiderio sessuale, cioè la sua diagnosi clinica, è veramente complesso:
valutazione andrologica con esami ematocimici e consulenza psico/sessuologica andrebbero sempre effettuate, de visu, non online.

Escluse le cause organiche, si procederà con la disamina- complessa e competente- delle cause "alte" che non solo hanno fatto insorgere la disfunzione, ma hanno fatto si che rimanesse immodoficata nel tempo.

Lei è varamente tanto giovane, mi chiedo come mai ha aspettato tanto tempo per ri-accostarsi alla vita sessuale.
Spesso, il presunto desiderio sessuale ipoattivo, è una disfunzione che funge da "copertura" ad altre, scomode ed invalidanti, come l'eiaculazione prcoce o ritardata, il deficit erettivo o difficoltà intra psichiche e relazionali.

Per questo che la diagnosi deve partire dal corpo ed investigare la psiche e la coppia.

Ricapitolando: corpo/ fisiologia, psiche e coppia

Le allego delle letture, in attesa di altri pareri che lei aspetta con ansia.




https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1240-i-disturbi-del-desiderio-sessuale-parte-prima.html
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1268-i-disturbi-del-desiderio-sessuale-parte-seconda.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3767-calo-del-desiderio-sessuale-monogamia-o-tradimento-pornografia-o-erotismo.html
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/4916-alibi-sessuali-i-nemici-del-desiderio.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 418 2
Caro lettore,

a 20 anni è abbastanza improbabile che siano presenti defict ormonali che possano influire sugli aspetti libidici di un soggetto. Quasi sempre si tratta di "insicurezze, indecisioni, paure " di natura comportamentali psicologiche
comunque una valutazione da parte di un andrologo effettuando un esame del liquido seminale e i dosaggi di FSH, LH, Prolattina, Testosterone totale, testosterone libero, SHBG, E2 potrebbe guidare nella diagnosi organica
cari saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#6]
dopo
Utente
Utente
Io sono in cura con Zoloft (Sertralina) e Xanax (Benzodiazepine) perchè psicologicamente soffro di disturbi ossessivi compulsivi,ma sono in cura da quando avevo 17 anni,ma i sintomi del lievo calo del desiderio sessuale e i sintomi del bisogno di toccarmi di meno sessualmente parlando sono apparsi a 22 anni cioè 5 anni dopo da quando avevo iniziato la terapia e l'assunzione dei farmaci Zoloft (Sertralina) e Xanax (Benzodiazepine) a causa perchè soffro dal punto di vista psicologico di questi disturbi ossessivi compulsivi,che ne pensate?Rispondetemi in numerosi perfavore,mi consigliate una visita da un endocrinologo o da un andrologo?Rispondetemi perfavore
[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
L'andrologo sicuramente si.

Se lo psichiatra è anche psicoterapeuta può discutere della sua problematica con lui, se si occupa soltanto della farmacoterapia, sarebbe utile che andrologo e psicologo si parlassero, per calibrare un intervento adatto alla sua storia psichica e sessuale.

La fisiologia non è disgiunta dalla psiche nella sesaualita e la sua problematica ossessiva, unitamente alla farmacoterapia, non aiuta la sua salute sesuale.
[#8]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 418 2
Caro lettore,
Avrebbe dovuto dirci subito che lei stava seguendo una tale terapia!
direi che con la terapia che lei segue i suoi disturbi sono abbastanza prevedibili.
ne parli con o psichiatra che le ha prescritto tali farmaci in modo da valutare che terapia prescriverle con minori effetti secondari "andrologici"
cari saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
La cosa che mi stranizza è che sono in cura con Zoloft (Sertralina) e Xanax (Benzodiazepine) da quando avevo 17 anni MA IL CALO DEL DESIDERIO SESSUALE LO AVUTO A 22 ANNI CIOE' 5 ANNI DOPO AVER INIZIATO LA TERAPIA CHE GIA' AVEVO INIZIATO CON ZOLOFT (SERTRALINA) E XANAX (BENZODIAZEPINE),e' normale tutto cio',cioè gli effetti collaterali in tali farmaci possono manifestarsi anche anni dopo l'inizio della terapia con questi farmaci?Rispondetemi perfavore
[#10]
Dr. Stefano Garbolino Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo 2,5k 36 3
Gentile utente,

è evidente che la complessità della situazione che racconta non possa essere esaurientemente "risolta" on line.

Alcuni aspetti andrebbero chiariti e definiti in stretta collaborazione con lo specialista:

- il calo del desiderio è "sintomo" di altre problematiche (per esempio si assiste a cali del desiderio molto precoci quale sintomo di forme depressive) oppure è legato alla possibile collateralità farmacologica?

- il calo del desiderio è l'unico aspetto "disfunzionale" della sfera sessuale? In tal senso l'area sessuale è stata esplorata in modo complessivo?

- gli aspetti psicopatologici attualmente trattati, sono stati valutati da uno psichiatra? Quali sono le posologie farmacologiche utilizzate? Da quanto tempo?

- quali accertamenti laboratoristici sono stati effettuati fino ad oggi?

Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio