Utente 373XXX
Buongiorno,
a causa di bruciore durante la minzione ed eiaculazione, 3 mesi fa ho effettuato un esame dello sperma ed è risultato positivo a escherichia coli. L'urologo mi ha prescritto un antibiotico per 15 giorni e dopo 45 giorni ho ripetuto l'esame anche se i sintomi non erano scomparsi. Il mese scorso ho ripetuto l'esame dello sperma ed è risultato positivo a Enterococcus Faecalis. Adesso sto prendendo il Clavulin da 1000 due volte al giorno per 15 giorni ma dopo 10 giorni di antibiotico il problema persiste.
Ho anche altri sintomi da molti mesi tra cui difficoltà nel mantenere al 100% l'erezione e a volte odore sgradevole nella parte pubica. Vorrei sapere se il trattamento con l'antibiotico è giusto per voi o sto sbagliando cura, perchè non riesco a fidarmi molto del medico in quanto mi ha somministrato la cura basandosi solo sui dati scritti sul foglio dell'esame dello sperma.
Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

insieme agli antibiotici, quando indicati bene prendere anche dei fermenti lattici e probiotici.

Quando poi sono presenti queste problematiche infettive possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 373XXX

Grazie per la risposta.
Accetto i suoi utilissimi consigli e le chiedo se il problema di erezione e diminuzione dello sperma è una conseguenza dell' Enterococcus Faecalis o non vi è alcuna corrispondenza.

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile, da questa postazione, fare una tale correlazione cosi precisa e diretta.

Bene sentire ora o risentire in diretta sempre il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com