Utente 371XXX
Salve, in una visita di controllo per un altra cosa mi è stato diagnosticato un frenulo breve. Ora la cosa mi ha lasciato di stucco perché non sapevo neanche che fosse breve. Ho 31 anni e durante i rapporti è sempre andato tutto liscio. Il dottore mi ha fatto notare che a pene a riposo abbassando il prepuzio il glande tira un po verso il basso però abbassanndo di tanto la pelle è normale che alla fine porti in trazione il frenulo perche scoprendo il glande e basta il frenulo non tira eccessivamente e il glande resta dritto. E anche in erezione il pene si presenta dritto con il frenulo in tensione ma a glande dritto.
Comunque mi ha detto che finché non crea problemi lo posso anche lasciare cosi solo che a me il solo sapere che ho un qualcosa che "non va" mi lascia perplesso e vorrei farlo incidere. Voi cosa mi dite? È possibile convivere con un frenulo breve se non da problemi?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se non le crea problemi durante il rapporto vuol dire che non è così breve come sembra.

Risenta comunque in diretta sempre il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 371XXX

La visita l ho fatta, mi ha detto che è corto ma per me è da sempre stato normale. A me non provoca dolore durante i rapporti altrimenti me ne sarei accorto da una vita! Solo che il solo sapere che ho qualcosa che non va mi spinge a farlo incidere e a togliermi il pensiero ma non so se faccio bene dato che non mi provoca dolore

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se dubbi sull'indicazione ricevuta, sempre bene sentire eventualmente un'altra campana.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com