Utente 409XXX
Buongiorno dottori, sono un ragazzo di 27 anni e volevo un vostro consulto medico.
In estate ho avuto episodi di emospermia che si sono dilungati per una 20ina di giorni.
Sempre nel periodo di quegli episodi ho avuto una colica renale (ne sono soggetto a periodi alterni), e durante la visita al pronto soccorso mi hanno fatto una ecografia che ha pure stabilito una prostata un po' ingrossata.
Nel frattempo è passato il periodaccio della colica.. l'emospermia non si è più verificata però notavo che il colore dello sperma era diventato un po' giallognolo (non in maniera esagerata); ma diciamo che avevo notato una piccola variazione di colore. Non avevo problemi durante il rapporto, o quando andavo in bagno. Mi preoccupava solo questa variazione di colore.
Cosi sono andato a visita.
Il dottore mi ha fatto una visita rettale... (e non vi dico il dolore..) e mi ha diagnosticato al momento una "brutta prostatite".
Cosi mi ha dato la seguente cura:

- Supposte Riflog per 10 giorni (una al di)
- Proflus capsule per 90 giorni (una al di)
- 6 siringhe Rocefin

In piu' da fare:
- Ecografia addominale completa
- Ecografia testicoli
- Spermiogramma
- Spermiocultura

Tutti esami da fare non subito, ma nel corso della cura.

Ho fatto le siringhe, terminato le riflog e preso per circa un mese le capsule proflus.
Proprio 3 giorni fa ho fatto la eco ed è uscito tutto normale... compreso la prostata che appare normalissima per struttura e dimensioni (diam long 24m e diam trasv 40mm)
Anche per i testicoli tutto ok...regolari epididimi e assenza di dilatazioni delle vene dei plessi pampiniformi).
Mancano da fare solo gli esami allo sperma.

Non nascondo che anche il colore dello sperma sembra essere ritornato nella norma.

Mi affligge però una preoccupazione:

Ho notato che da quando ho cominciato la cura ( o dopo 7 o 8 giorni circa ) il mio sperma è diventato abbastanza denso, e lo getto (che prima era molto violento) si è ridotto moltissimo..non dico che scende a cascata ma poco ci manca (scusate il mio modo di parlare ma non so come spiegare meglio).
Anche per la quantità...prima era molto abbondante.. adesso meno anche se non ho rapporti per giorni.

E' normale?? E' per via della cura?

Grazie in anticipo a tutti.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non so se le sia stato detto che la prostata secerne il 50% del liquido seminale,per cui una prostatite, credo ormai cronicizzatasi,può giustificare un minore getto eiaculatorio e minore volume dello stesso.Manca la valutazione del potenziale di fertilità, tramite uno spermiogramma che, possibilmente, andrebbe valutato dallo specialista di riferimento,cui la rimando.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 409XXX

salve dottore,
la ringrazio per la risposta.
A breve farò gli altri esami.
La cosa strana è che questa perdita di potenza nello getto si è verificata durante la cura, e non prima (durante l' emiospermia o dopo, quando invece era ingrossata) nonostante l eco non abbia determinato nessun ingrossamento della prostata (forse superato).
Nonostante ciò, pensa comunque ad una prostatite cronica?

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo di di ma ne parli con lo specialista di riferimento.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Utente 409XXX

grazie per la risposta.
Non le nascondo che sono molto preoccupato, pensavo fosse tutto ok dopo l'eco visto che non si aveva riscontrato nulla di anomalo....
Pensavo che questa diminuzione di getto e quantità era dovuta al profluss che sto prendendo, visto che è iniziato dopo poco che ho cominciato...
Vi è possibilità di miglioramento?