Utente 475XXX
Buongiorno sono una ragazza transessuale in carico da circa 6 mesi al M.I.T. di Bologna,sto effettuando il percorso psicologico in attesa del via alla terapia ormonale sostitutiva.Leggendo su gruppi di auto aiuto e in rete ho letto dell utilizzo del saw palmetto assieme alla pueraria Mirifica per avere una sorta di TOS naturale in attesa della TOS allopatica.
Assumo oramai da 8/9 mesi una cps da 450 mg di saw Palmetto al di più alcuni fito estrogeni come pueraria Mirifica e luppolo.
Il saw Palmetto mi ha dato nei mesi dei buoni risultati come la riduzione della libido maschile(cosa che ovviamente cerco)calo della ricrescita dei peli,bellezza della pella ecc,ho pure ottenuto soprattutto dopo l inizio dell assunzione della Pueraria Mirifica una discreta ginecomastia (altra cosa che ovviamente cerco).

Ho letto molto sul saw palmetto e la sua azione sul DHD e la sua blanda funzione anti androgeno sembrerebbe assolutamente assodata,cosa che mi è stata fatta notare recentemente è che assolutamente ignoravo è una funzione anti estrogenica,ovvero sembrerebbe che vada a ridurre il numero dei recettori degli estrogeni la cosa ovviamente non mi piace per nulla e potrebbe essere controproducente nel mio percorso,quindi volevo chiedere se la cosa è vera e se soprattutto si può ritenere il saw palmetto un sostituto naturale (ovviamente blando)di un anti androgeno come l androcur o dello spirolattone.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice-lettore,

il saw paletto può forse essere considerato un tranquillo e blando sostituto naturale della Finasteride ma non di un antiandrogeno, come il ciproterone acetato (Androcur); lasci perdere l'ultimo farmaco, da lei nominato per altro in modo errato, infatti lo spironolattone è un composto steroide sintetico ed è un antagonista specifico dell'aldosterone.

Comunque segua ora tutte le indicazioni in diretta che le darà il suo endocrinologo di riferimento e non si pasticci.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Grazie dottore,il problema è che la Dottoressa Meriggiola (l'endo del MIT)la vedrò fra un 4/5 mesi se tutto va bene,i tempi del protocollo onig sono lunghissimi,e io non potevo e non posso aspettare così tanto,piuttosto che darmi all'autoprescrizione o al fai da te con androcur e sandrena,volevo e voglio continuare con sostante fito-terapiche.

Ho già letto diversi suoi interventi,mi sembra di aver capito che lei ha molta esperienza in riguardo alla serenoa repens,so bene che non potrà mai sostituire un anti androgeno,l unica cosa che vorrei a questo punto sapere è se con l assunzione di serenoa potrò avere un qualche anche se minimo reale benefico in chiave di femminizzazzione.so che la finasteride veniva usata anche nei protocolli di transizione come anti androgeno"leggero" quanto non era possibile utilizzare il classico androcur,se la serenoa è simile come effetto non dovrebbe essere se non altro controproducente o sbaglio?

Le sarei molto molto grato se potesse darmi un parere in merito, grazie ancora.