Utente 429XXX
Gentili dottori,
ormai da un anno soffro di arrossamenti e prurito, in alcune sere anche molto fastidioso, al prepuzio e talvolta pelle molto secca anche al glande. Durante questo anno ho fatto diverse visite specialistiche sia di dermatologia sia di urologia. Buona parte dei dermatologi che ho consultato hanno diagnosticato una dermatite senza sapere però la causa, mentre i due urologi che mi hanno visitato sono più propensi per una balanopostite, anche in questo caso, con causa ignota. Ho provato a cambiare i detergenti intimi, provandone 3, 4 senza alcun effetto e spesso tutti mi causano dei pizzichi, dei fastidi sulla punta del glande. L'unico con cui posso lavarmi ormai da un anno senza alcun disagio è il Ducray Sensinol. In merito alle terapie date dai dermatologi ho provato con cortisone (Bidien) che ha avuto effetto fin quando l'ho usato e poi dopo un pò è ritornato tutto infuocato come prima, ho continuato con Protopic Unguento 0,03% associato a Vitamono EF, senza alcun risultato dopo più di due mesi di terapia. Ho effettuato dei tamponi balanoprepuziali e uretrale con esito in entrambi i casi: Abbondante crescita di E.coli, strafilocco aureo ed Enterococco spp. A seguito di abg il medico di base mi ha fatto fare una cura con Ciprofloxacina Zentiva per 10 giorni. A seguito di un ulteriore tampone balanoprepuziale è saltata fuori: Negativo per ricerca di Batteri Patogeni e positivo per miceti con discreta produzione di Candida Albicans. Anche in questo caso a seguito di Abg il medico mi sta facendo fare 15 giorni di Pevaryl crema e polvere cutanea, abbinati. Sono ormai quasi al 12 giorno, ma la parte è sempre rossa e soffro di pruriti. Tra l'altro segnalo che da quando metto questa crema la pelle è molto secca, screpolata e ruvida e spesso si desquama. A fine terapia, dopo 10 giorni, mi è stato detto di rifare nuovamente il tampone ma vedo che la situazione non è per niente migliorata. Ho anche effettuato uno spermiogramma e spermiocultura, con esito Negativo. Per ultimo segnalo che vengo da un anno di forte stress emotivo/psicologico a causa di uno stato di malessere generale e astenia che hanno notevolmente cambiato le mie abitudini quotidiane e relazionali, provocato da una brucellosi diagnosticata dopo 6/7mesi dall'inizio del malessere e curata con esito positivo con 6 settimane di Bassado e Rifadin. Può essere che ci sia qualcosa che non vada nelle mie difese immunitarie e che quindi questa infiammazione del prepuzio/glande non passi per questo? può essere una conseguenza di uno stato depressivo che fa si che i medicinali non abbiano effetto su quella zona? Cosa mi consigliate di fare? Non so più a che specialista rivolgermi e anche il medico di base non riesce a capire a fronte delle analisi fatte, oltre tutte quelle del sangue che non denotano alcun problema di rilievo se nasca tutto da un disagio psicologico o meno e stante questa situazione di un anno come poterne uscire. Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore

la sua situazione appare abbastanza complessa anche e forse proprio per gli interventi di diversi specialisti, ognuno con una sua visione, idea, esperienza terapeutica
Personalmente non evito di dare pareri e terapie anche per problematiche connesse alla cute e mucose genitali ma se il caso non si risolve preferisco affidare il paziente ad uno specialista dermatologo che sicuramente ha una maggiore esperienza del sottoscritto
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 429XXX

La ringrazio dottore..rivolgo allora le mie domande a qualcuno tra i suoi colleghi dermatologi, sperando che qualcuno noti il post e risponda. Se magari lei potesse spostare il post nel settore dermatologico le sarei grato perché io non riesco. Resto in attesa del consiglio di qualche esperto del problema. Grazie.