Utente 527XXX
Buonasera e grazie anticipamente in caso voi mi rispondiate.
Sono un ragazzo di 21 anni e da qualche settimana riscontro alcuni problemi con il mio pene.
Vi spiego meglio:
Premettendo che circa 4 settimane fa sono stato operato per un ascesso perianale ( ciste pilonidale) e quindi sono stato una settimana sotto antibiotici ( sono cardiopatico e in quanto soggetto a rischio sono stato bombardato di Antibiotici , in ospedale circa 2/3 boccette da 250 ml al giorno ) ho riscontrato alcuni problemi al pene .
1 settimana prima di essere ricoverato in ospedale avevo gia notato la cosa in quanto avendo rapporti con la mia ragazza mi usciva sangue dal pene .
Non dando peso alla cosa ( lei mi diceva che erano sue perdite ) ho lasciato stare
Quando sono uscito dal ospedale è ricapitato e ho notato che le perdite erano mie .
Dopo questo fatto ho avvertito altri sintomi quali:
Formicolio ai testicoli , dolore all inguine ( non fisso ) e dopo qualche giorno noto dei puntini rossi sul glande .
Andando avanti mi si è formata una patina bianca sempre sul glande con secrezioni simili a ricotta .
Io essendo un soggetto a rischio mi sono subito allertato facendo dei test in centri asl per le malattie sessualmente trasmissibili di cui attendo L’esito.
Ora vorrei un parere da voi in quanto sono molto preoccupato , facendo una visita dal andrologo ( mi ha solo visitato il pene ) mi ha detto che non ho niente dicendo: comparsa di balanopostite ma mi è sembrato molto superficiale. Ho dolore durante i rapporti
Non mi fido dell andrologo e ho bisogno di un urgente consulto da parte vostra
Attendo vostre notizie grazie mille ancora !
Alessandro

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

situazione clinica la sua particolare e, in qualche modo, da considerare "complessa"; in questi casi purtroppo, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa dei suoi numerosi problemi clinici e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare o riconsultare in diretta un esperto e bravo andrologo.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 527XXX

Grazie mille per la risposta dottore !
Volevo dirle che Oggi mi sono apparse anche delle ulcere rosse sul glande !
Che cosa può essere giusto per avere un idea ? Mi consiglia di andare da un altro andrologo o da urologo/dermatologo ?
Buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per le "ulcere rosse sul glande bene sentire, sempre in diretta, un andrologo con chiare competenze dermatologiche oppure un dermatologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com