Utente 230XXX
Buonasera, da quasi 4 anni sto seguendo una terapia per contrastare l'alopecia androgenetica prescrittami dal dermatologo che mi segue con una lozione idroalcolica di minoxidil al 4%, finasteride allo 0,25 % più antiandrogeni, applicata 1 ml al giorno 5 volte a settimana la sera con buoni risultati.
Finora applicando la lozione non avevo notato effetti collaterali. Circa venti giorni fa sono stato dal dermatologo che mi segue per la visita di controllo, mi ha detto di applicare aggiuntivamente 3 volte a settimana la lozione sulle tempie una seconda volta al giorno la mattina. Dopo 3-4 di queste applicazioni aggiuntive oltre quelle serali ho iniziato ad avvertire pesantezza pubica, e raramente qualche fitta alla prostata e fastidi ai testicoli. Vista la situazione ho deciso di sospendere la doppia applicazione e tornare alla singola applicazione, ma non vedendo grande miglioramento della sintomatologia ho sospeso del tutto la terapia da una settimana. I fastidi si sono attenuati ma non sono ancora scomparsi del tutto.
Volevo chiedervi se secondo voi siano possibili effetti collaterali di questo tipo dovuti alla finasteride topica dopo anni di applicazione, magari per effetto di accumulo, o se c'è una componente psicologica, considerando che sono un soggetto piuttosto ansioso, o se ancora ritenete che non ci sia alcun nesso fra la terapia ed i sintomi accusati. Cosa mi consigliate di fare? Vorrei comunque continuare la terapia che mi ha dato arresto della caduta dei capelli.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non escluderei la componente psicologica nel determinare i suoi sintomi da finasteride ma bene ora sentire in diretta anche il suo andrologo di riferimento; nel frattempo si legga questo mio articolo sempre pubblicato sul nostro sito:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2452-finasteride-effetti-collaterali-sulla-sessualita-e-sulla-fertilita-maschile.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 230XXX

Gentile Dott.Beretta,
la ringrazio per la sua risposta, ho letto con interesse l'articolo, anche se conoscevo già molti degli effetti collaterali citati. Seguirò il suo consiglio e contatterò il mio andrologo di riferimento. Da quanto ho capito lei propende per la causa psicologica dei sintomi. Vorrei farle un'ultima domanda, è possibile che in qualche caso la finasteride dia questo tipo di effetti collaterali analoghi ad un'infiammazione della prostata?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No: la Finasteride generalmente non da questo tipo di effetti collaterali analoghi ad un'infiammazione della prostata.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com