Utente 187XXX
Gentili medici, volevo chiedervi quando un paziente subisce l'asportazione della vescica e prostata e di un rene quali sono le aspettative di vita? Mio padre ha 64 anni e per le altre cose gode di un buon stato di salute Grazie e Distinti saluti a tutti voi

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Lei non ci riferisce il motivo per il quale verrà eseguito questo intervento. Possiamo però immaginare che si tratti di un tumore della mucosa urinaria che interessa estesamente o profondamente sia la vescica che il rene o l’uretere da un lato. Dunque in questo caso vi sono due fattori diversi che possono incidere sull’evoluzione del caso:
- a tempi brevi le possibili complicazioni di un intervento certamente molto invasivo, queste possono essere limitate se le cindizioni generali di lartenza sono buone;
- a tempi medi la possibile estensione della malattia al rene attualmente indenne, la cui mucosa urinaria è stata comunque esposta agli stessi fattori di rischio (fumo? sostanze chimiche?);
- a tempi lunghi le complicazioni legate alla derivazione delle urine (stomia esterna diretta o trans-intestinale, neovescica ortotopica), situazione che in ogni caso espone il rene al rischio infezioni e progressiva riduzione funzionale.
Tutto questo può manifestarsi in modo scarsamente prevedibile, comunque ad insorgenzagraduale, in modo che volta per volta potranno essere prese le opportune misure correttive.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 187XXX

Vi ringrazio di tutto cuore siete sempre disponibili ed esaustienti nelle spiegazioni. Grazieee

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Esaurienti od esaustivi, decida lei :-)
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 187XXX

Dottore carissimo esaurienti scusi l'errore grammaticale mail t9 del cell a volte va' per i fatti suoi. Di nuovo tantissimi ringraziamenti

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le raccomandiamo di non aprire un nuovo consulto per una situazione che è stata già discussa dell tutto recentemente, ma di proseguire lungo lo stesso flusso di contributi. In effetti, la situazione è molto diversa da come ce la ha presentata inizialmente, nel senso che suo Padre è dunque già stato operato, anche con asportazione di un rene, e confezionamento di una neovescica ortotopica. La RMN di cui ci riferisce mostra purtroppo un quadro di recidiva con malattia molto avanzata. Concordiamo certamente sull’assenza di indicazioni chirurgiche e presa in carico dai Colleghi oncologi e radioterapisti. In queste condizioni, la cosa più importante è la qualità di vita del paziente, soprattutto il controllo del dolore.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 187XXX

Tantissimi ringraziamenti...