Utente 528XXX
buongiorno,
ho sofferto in passato di calcoli renali, sempre mal diagnosticati. infatti anche in presenza di coliche e dolori lancinanti, nelle strutture dove mi sono recato diverse volte non mi sono stati trovati calcoli dall ecografia anche se le vie e i reni erano dilatati. morale della favola, mi sono tolto da solo prima un calcolo di 13 mm di ossalato e poi uno di 10 mm sempre senza terapia espulsiva. la mia unica terapia fu antidolorifico e vasca da bagno a livelli di ustione se mi trovavo nei paraggi di casa.
tutto questo e durato 4 anni nei quali ho fatto una vita come un dannato, anzi qualche medico penso addirittura che si trattase ormai di nervi.
nel frattempo per 10 anni non ho avuto piu niente e sono prima ingrassato un po troppo arrivando a pesare 101 kg a settembre 2017 poi successivamente iniziando con dieta bilanciata e attivita fisica di camminata giornaliera sono ritornato agli attuali 79 kg di febbraio 2019.
nel frattempo ho settembre ho iniziato ad avere degli episodi di forte prutiro anale che mi e stato diagnosticato con visita manuale delle ragadi anali piccole che mi davano fastidio e mi e stato indicato di curarle con dilatatori anali dilatan con crema antrolin . ai primi di dicembre stavo meglio ma poi a cuasa di un episiodio di diarrea a gennaio il fastidio si e ripresentato e una nuova successiva visita mi ha ri diagnosticato altra ragade dalla parte dell'sso vicino prostata. ho riiniziato dilatan + antrolin e poi dilatan + ozonia 10.
in questo periodo ho avvertito dei dolori al pene irradiati a mio avviso dai reni e sono tornato da un urologo che mi visito anni fa e che dicamo cosi rispetto agli altri almeno lui i calcoli me li aveva visti facendomi lui l ecografia . risultato mi trova 1 calcolo a destra che secondo lui e di 7 o 8 mm e a sinistra altro calcoli piu piccolo e della renella. analisi sangue acido urico alto e analisi urine acido urico alto.
terapia ? nessuna . bere acqua e zyloric acirdo urico e integratore per prostata un po infiammata.
non mi arrendo e torno dal mio medico, persona molto scrupolosa, che mi fa fare una ecografia da un altro dell'addome inferiore che rivela che le vie e i reni non sono dilatati ma ce infiammazione/batteri nella vescica e calcoli millimetrici in entrambi i reni ma niente di preoccupante. faccio urinocoltura e non si trovano batteri e allora curo con monuril continuo a bere acqua fiuggi e aggiungo lothosolv per alacalinizzare urine perche avevano ph 5 parto per un viaggio di lavoro in turchia e bevo meno acqua e sto un po meglio, torno a casa ri incomincio a bere di piu e sento muovere un po dentro rene e ora sono due giorni che ho questa uggia perenne che ora mi ha stufato. ho chiamato per fare tac addome inferiore senza contrasto perche voglio la situazione chiara almeno che si tratti di calcoli con certezza o no oppure qualche infiammazione del pene che trovo ancora la parte dell uretra sul glande sempre un po arrossata. cosa mi suggerite ?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Vediamo che alle conclusioni è giunto lei stesso, l'unico modo per comprendere quanto possibili calcoli urinari contribuiscano ai suoi disturbi è l'esecuzione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto. Questo accertamento è oggi considerato dalle linee guida internazionali come l'unico in grado di portare rapidamente ad una diagnosi di certezza. Per il resto, in attesa di una migliore definizione, tutti gli altri approcci terapeutici sono da considerare empirici. In particolare, riterremmo non opportuna la spesa per l'acqua in bottiglia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Pregiatissimo Dottore,
La ringrazio della risposta,
A suo avviso basta la Tac anche per approfondire la questione della infezione trovata in vescica risultante dalla ecografia ? Anche se questa non era evidentemente di origine batterica o forse si trattava solo di infiammazione causata dai calcoli o addirittura dalla uso prolungato di antrolin insieme ai dilatatori x la cura della ragade ?
Intanto ho appuntamento per la tac addome senza contrasto per giovedì. Preciso che il dottore che mi ha fatto l ecografia 2 sabato fa mi aveva detto che non era necessario fare uro-tac con contrasto perché era un esame a suo avviso eccessivo perché il mio quadro era certo, i reni e le vie urinarie non erano dilatati e pertanto calcoli in movimento non c e ne erano.
Io nel frattempo come un pirla ho bevuto almeno 70 bottigliette da mezzo litro di acqua "miracolosa" per i calcoli e sto peggio di prima .
Quali altri accertamenti diagnostici sarebbero da fare sempre per il discorso vescica/uggia pene.
Anche analisi sangue erano tutti ok tranne acido urico 7.
Io intanto da oggi smetto di prendere tutto e berrò acqua normalmente .
Inoltre preciso che la dieta x acido urico che mi hanno consigliato io e da settembre 2017 che mangio in bianco per così dire e faccio 7 km al giorno a piedi x cui non dipende da quello ma saranno fattori ereditari.
Grazie