Utente 281XXX
Buongiorno,chiedo un consulto per mia madre,ha causa di un infarto si trova ora in una struttura di riabilitazione, il problema è che ora che si stava riprendendo gli è stato trovato un piccolo calcolo che la sta facendo soffrire tantissimo,gli dicono di bere e gli danno antidolorifici,ma possibile non ci sia altro da fare?oltretutto le viene sempre febbre quindi è sempre allettata,sono molto preoccupata anche perché finito il periodo di degenza se non ha espulso il calcolo che farò?la spola ogni giorno al ps?scusi lo sfogo e grazie per un eventuale risposta!

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Le notizie che ci fornisce sono molto sommarie, comunque ci pare di capire che si tratti di un piccolo calcolo in progressione tra rene e vescica che continua a dare problemi e don dà segni di voler uscire spontaneamente. Ovviamente non si può attendere troppo a lungo, soprattutto se vi sono dei disturbi importanti. E' pertanto necessario considerare una rimozione endoscopica. Per questa vi potrebbero essere dei problemi anestesiologici, considerato il recente incidente cardiologico, che assai probabilmente potrebbero essere risolti con un minimo di collaborazione tra cardiologo ed anestesista. In ogni caso, la situazione dovrebbe essere presa in carico da un nostro Collega specialista in urologia o da una struttura di ricovero con specifica competenza nel trattamento dei calcoli urinari.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 281XXX

Grazie mille per la risposta, in effetti spero che il centro in cui é in cura trovi una soluzione alternativa, mi hanno solo detto che non è possibile il bombardamento laser perché tropo piccolo,
Grazie ancora!

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In effetti, per i calcoli dell'uretere l'applicazione delle onde d'urto è mediamente più difficile e meno efficace.No così l'intervento endoscopico con frammentazione laser del calcolo, relativamente poco invasivo e certamente risolutivo
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 281XXX

Grazie ancora per la sua disponibilità!
Buona giornata!