Utente 459XXX
Salve dottori. Vi pongo il mio quesito.
L'anno scorso è stato diagnosticato al mio migliore amico un varicocele palpabile, nonostante l'assenza totale di sintomi o fastidi e, avendo la mia età, ha effettuato l'intervento risolvendo il problema.
Per premura personale ho quindi deciso di effettuare una visita andrologica "low cost" tramite i famosi coupon di prevenzione che, in teoria, dovrebbero rendere la salute del cittadino più accessibile della sanità pubblica per le attese, della sanità privata per i costi.

A parte i motivi preventivi, ci tenevo ad un consulto esperto per un fastidio minore che accuso dalla pubertà: la mia sacca scrotale, quando completamente rilassata, è molto "molle" ed "elastica" e la gravità dei testicoli fa si che spesso abbia necessita di aiutarmi con le mani (tramite la tasca del pantalone) "sistemando" la sacca scrotale prima o dopo essermi seduto, o aver accavallato o chiuso le gambe. Una cosa che, per quanto fastidiosa, soprattutto se sono in pubblico, ormai faccio in automatico senza pensarci. In particolare noto che, se sono steso sul letto e allargo le gambe, la sacca scrotale, quando completamente rilassata, fa sì che il testicolo sinistro, trovandosi più in basso del destro, si trovi praticamente all'altezza del foro anale.

Dalla palpazione e dall'eco è risultato tutto nella norma, e secondo il medico la sacca scrotale è effettivamente troppo "scesa" del normale, ma non patologica, anche se pare che potrei essere più predisposto a torsioni testicolari.
Mi rivolgo a Voi perché la visita andrologica, forse in quanto "low cost", è durata appena 10 minuti e la cosa mi ha un po' innervosito, ma al momento non ho voluto polemizzare e per la stizza sono andato via senza porre alcun quesito. Ne ho parlato con i miei genitori e con il mio amico, che concordano nel parere di una visita più approfondita a tempo debito da un altro specialista, stavolta senza coupon. Voi cosa ne pensate? Inoltre, pensate che usare un sospensorio possa essermi d'aiuto o possa arrecare problemi?

Grazie in anticipo per il consulto e per il Vostro lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore

una corretta valutazione andrologica dovrebbe essere effettuata da tutti i maschi associandola ad una ecografia testicolare ed un esame del liquido seminale
le dimensioni delle sacche scrotali dovrebbero essere valutate da un esperto andrologo che possa stabilire se ci sia una situazione patologica o meno
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Salve Dottore, La ringrazio per la risposta immediata.

Secondo l’andrologo, come ho già detto, la sacca scrotale troppo “scesa” non è associata ad alcuna patologia, poiché da eco e palpazione è risultato tutto nella norma. Questa condizione non patologica mi potrebbe solamente, a detta dell’andrologo, ad una predisposizione ad eventuali torsioni testicolari. Non mi è stato detto nulla invece riguardo la possibilità dell’analisi del liquido seminale.

Chiedo dunque nuovamente: Voi cosa ne pensate? Dovrei rivolgermi ad un altro specialista? Inoltre, pensate che usare un sospensorio possa essermi d'aiuto o possa arrecare problemi?

[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Caro lettore

tutti i maschi dovrebbero effettuare una visita andrologica, un esame del liquido seminale e (magari) una ecografia scrotale.
per la sacca scrotale non si tratta di una malattia e ci può "convivere" tranquillamente ; Se invece le crea disagio potrebbe anche essere ridotta di dimensioni con un semplice intervento chirurgico
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org