Utente 526XXX
buongiorno a tutti,
scrivo più che altro per capire se quello che penso può essere sensato....
da 6 mesi a questa parte sofro di un dolore principalmente localizzato nel testicolo sinistro che prosegue sull'inguine e sulla gamba sinistra.
il dolore persiste quasi sempre, non riesco neanche a trovare una posizione comoda, inoltre ho la gamba sinistra sempre stanca, tanto che non riesco a stare in piedi fermo per più di 10 minuti.
tutto è iniziato a fine settembre, come ogni estate ho lavorato in una libreria come aiuto magazziniere, quindi ogni giorno spostavo molti libri, e come ogni anno dopo un pò ha iniziato a farmi male la schiena, ma oltre a questo avevo sempre le gambe dure e sofferenti, finchè un giorno che stavo guidando nel traffico la gamba sinistra ha iniziato ad irrigidirsi e inoltre mi venivano delle fitte della testicolo.
allarmato per il fastidio che avvertivo al testicolo il giorno dopo sono andato al pronto soccorso, dove tramite ecodoppler, mi hanno diagnosticato un varicocele al testicolo sinistro.
passano i mesi e il dolore continua ad aumentare, finchè non mi sono operato a dicembre, facendo la sclerotizzazione della vena, il mese successivo non avevo più molto male ma, adesso è tornato, così il mio medico mi ha prescritto una risonanza sulla schiena per possibile sciatica, dicendo che può prendere anche il nervo all'interno del testicolo.
premetto che io non sono medico, le mie supposizioni sono basate da continue ricerche online, ma ho paura di avere un trombo a livello dell'inguine o da qualche altra parte, dato che il varicocele in se è una patologia di origine vascolare è una possibile tesi sull'origine di questo problema è "quella di un "blocco" del flusso sanguigno a livello dei vasi addominali posti dopo le vene testicolari, ostruzione che determina il classico ristagno nelle vene testicolari e le conseguenti dilatazioni vasali", in più il dolore parte dall'inguine.
inoltre quando qualche volta nei primi mesi fumavo marijuana il problema peggiorava di molto, in quanto la marijuana è un vaso dilatatore, in più in concomitanza con questi dolori ho iniziato ad avere sia i piedi che le mani fredde e a perdere i capelli.
le mie sono solo supposizioni è volevo solo sapere un vostro parere, grazie in anticipo per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldilà della censura medica circa lo stile di vita inidoneo,le consiglio di contattare uno specialista reale che,oltre a confermarle il ruolo del varicoele e della sciatalgia nella genesi e mantenimento della sintomatologia riportata,le consiglierà di eseguire uno spermioramma con coltura ed un ecocolordoppler scrotale,al fine di non permettere che alleni fantasie negative. Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it