Utente 486XXX
Buongiorno gentili dottori,
Sono un ragazzo di 27 anni appena compiuti. In seguito a visita dermatologica effettuata di recente mi è stata diagnosticata una forma di alopecia androgenetica.
Come cura il dermatologo avrebbe prescritto 1 compressa di propecia (1mg di finasteride) da prendere tutti giorni. Mi ha altresì informato che gli effetti collaterali del farmaco sono in genere rari e reversibili.
Giungo ora al motivo per cui vi scrivo.
Cercando informazioni relativi a tale farmaco e i relativi effetti collaterali, mi sono imbattuto in una serie storie raccapriccianti dove persone lamentavano la non scomparsa di tali effetti collaterali alla sospensione del farmaco, di problemi al sistema endocrino e di una vita distrutta da questa molecola.
Volevo quindi chiedere gentilmente la vostra personale opinione riguardo a questo farmaco. Secondo la vostra esperienza è davvero così pericoloso e micidiale come lo descrivono?
Vi ringrazio per il tempo dedicatomi e per la vostra gentile collaborazione.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

su questo argomento già molto si è detto e si è scritto; comunque, se desidera avere informazioni più aggiornate su questa discussione clinica, le consiglio di leggere anche questo mio articolo pubblicato sempre sul nostro sito:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2452-finasteride-effetti-collaterali-sulla-sessualita-e-sulla-fertilita-maschile.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 486XXX

uongiorno dottor Beretta,
La ringrazio subito per la celere risposta.
Ho letto il suo articolo che ho trovato molto interessante.
Per quanto riguarda la visita posso inoltre comunicarle di averne già sostenuto una presso il mio andrologo di fiducia. Dopo avermi visitato e aver rilevato una situazione normale mi ha altresì prescritto alcuni esami del sangue con relativi valori ormonali da sostenere. Quando ho sostenuto tali esami stavo sostenendo una cura a base di Efexor 150 mg/die e Alprazolam 1 mg (quest'ultimo al bisogno) a causa del fenomeno ansioso/di stress/depressivo provocatomi dalla perdita dei capelli. Questi farmaci potrebbero aver inciso sugli esiti di tali esami? Nonostante ciò gli esiti erano tutti ok con i valori nel range di riferimento. Avevo altresì chiesto al mio andrologo dei possibili problemi legati ai sides generati da finasteride. Anche in questo caso mi è stato detto che si tratta di effetti comunque assolutamente reversibili con il tempo. Come mai allora si legge di tutto e di più? Come mai ci sono pareri così discordanti? Chiedevo appunto, se possibile, qualche parere in più.
Ringrazio per l'attenzione e porgo distinti saluti.

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ai suoi quesiti le risposte adeguate le può trovare nel testo che le ho consigliato di leggere.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 486XXX

Buongiorno dottore,
Chiedo scusa se rispondo ad una distanza di 10 giorni e più. Ho letto più volte l’articolo che mi ha indicato per cercare di trovare una risposta a ciò che cercavo. Detto questo vorrei chiederle per favore se poteva darmi una sua opinione personale in merito a questo farmaco. Le è mai capitato nella sua carriera professionale di affrontare casi di sindrome post finasteride?
Grazie per la collaborazione.
Saluti.

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, anche se generalmente non ci sono poi indicazioni terapeutiche mirate da dare; in generale sconsiglio questa strategia terapeutica se indicata solo per risolvere un problema estetico, legato ad una calvizie androgenica.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 486XXX

Grqzie mille dottore per la sua risposta.
Per quanto riguarda i casi di sindrome post finasteride che ha affrontato nel corso della sua carriera, potrebbe dire che ci sono stati miglioramenti nei pazienti? Ha avuto a che fare anche con situazioni molto pesanti e con dei casi che si sono rivelati caratterizzati da sintomi IRREVERSIBILI?
Grazie ancora per la sua disponibilità!

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esatto, in alcuni casi la situazione clinica e i sintomi non si sono risolti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com