Utente 565XXX
Salve a tutti. Sto per fare una strana domanda, spero di essere preso seriamente in considerazione perché ciò che sto scrivendo può sembrare uno scherzo o una storia inventata. Sono un ragazzo di 20 anni ed ho un dubbio da alcune settimane.
Mio nonno dalla parte di mio padre ha 95 anni e nonostante la moglie sia morta anni fa, è stato beccato più volte a masturbarsi (credo senza uso di Viagra dato che i miei parenti non glielo comprano e lui non esce mai da solo).
Allo stesso tempo mio nonno dalla parte di mia madre a 87 anni quasi ogni mattina si sente "provarci" con la moglie che ha un anno in più di lui. (In paese si dice che quest' ultimo di 87 anni abbia avuto molte amanti da giovane)
Sia i parenti dalla parte di mio padre che di mia madre sono al corrente di queste bizzarre vicende. Ora vengo al quesito sperando di essere ancora credibile.
Oltre a chiedere a voi esperti se sia normale avere delle erezioni a quell' età (quasi certamente senza Viagra) , mi chiedo se io essendo l unico maschio avente in comune questi due nonni, possa avere ereditato una sorta di testosterone sopra la media.
Ho una folta peluria dall età di circa 10 anni ed ho sempre voglia di fare sesso, cosa che mi porta ad un senso di disagio con una partner fissa, in quanto il mio pensiero va sempre e soltanto a quello. Per togliermi questo dubbio esiste un modo per stabilire se la mia iper sessualità possa dipendere dalla genetica dei miei nonni? Inoltre per calcolare il testosterone è sufficiente un semplice esame del sangue o serve uno specifico? Grazie e spero per un ultima volta che possiate credere ad ogni singola parola. Saluti.

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non alleni la fantasia,ipotizzando una familiarità che non ha ragione di esistere e che non esiste.Comunque,un maschio può avere un'erezione sino al termine della propria esistenza e,se in buona salute,può anche "sostenere" un rapporto coitale.Per quanto la riguarda,ne approfitti per consultare uno specialista per una routinaria visita chiarificatrice.
Ha mai eseguito un esame seminale?Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 565XXX

Grazie per la risposta Dottore. Non capisco a cosa sia collegato l esame seminale ed il mio pensiero quasi 24 ore su 24 al sesso.
Quindi lei esclude che possa essere legato alla genetica, ma solo a magari un eccessivo livello di ormoni?
Infine ritiene che a 20 anni sia utile un esame seminale senza alcun sintomo particolare? Grazie

[#3]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...l'invito ad eseguire un routinario esame seminale,con una visita specialistica,e' avulso dal suo quesito iniziale,di cui ho gia' negato la plausibilita',ma offre l'occasione per contestualizzare il suo essere maschio sessuato e porre le basi solide per il futuro.Cordialita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it