Utente 441XXX

Buongiorno, A fine maggio effettuerò una gastroscopia in sedazione profonda. Quando ho consultato l'infermiera per concordare gli eventuali esami pre gastroscopia lei ha esternato, prima ancora che io avessi il tempo di risponderle, parecchi giudizi negativi sui fumatori. La cosa mi ha intimorito molto e alla domanda fumatrice o no ho risposto no. Questa domanda mi era stata fatta per valutare l'ipotesi di un rx toracico. In realtà fumo da molto poco, regolarmente da 2 anni e mezzo e con una media massima di 6-7 al giorno. Leggendo il foglio che mi è stato consegnato, ho notato che l'rx toracico era richiesto solo per i fumatori di 1 pacchetto/20 anni e da ex fumatori da meno di 10 anni, quindi mi sono tranquillizzata. Essendo un po' ipocondriaca però, i dubbi sono rimasti. Potrei incorrere in dei rischi non effettuando l'rx toracico? Inoltre, ho letto su internet di casi in cui il fumo era correlato a gravi complicazioni post sedazione profonda. Faccio fatica a rivolgermi al mio medico di base o ad altri medici poiché quasi tutti sono stretti amici dei miei genitori e non riuscirei a parlare liberamente. Posso stare tranquilla? Corro dei rischi?

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Buon giorno. Stia tranquilla perché per la sua giovanissima età, in assenza di patologie respiratorie specifiche e per una certa modestia nel quantitativo di sigarette fumate non è necessario eseguire nel suo caso un controllo del torace.
Piuttosto quando effettuerà l' Anestesia se nei giorni immediatamente precedenti vi sono stati episodi febbrili con tosse di qualche natura avverta il suo Anestesista che provvederà ad auscultarla e valuterà l opportunità di approfondire con un Rx. Ora non ve ne è alcuna necessità.
Cordiali saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente 441XXX

Grazie mille dei chiarimenti! Un ultimo dubbio, è vero che nel caso dei fumatori occorre fare un'anestesia diversa rispetto ai non fumatori? Devo informare l'anestesista che sono una fumatrice oppure nel caso di assenza di problemi toracici l'anestesia è uguale per tutti?

[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
No. Non mi risulta che l' anestesia sia diversa. Soprattutto se il quantitativo è quello da lei dichiarato. Vede, il fumo può rappresentare un aggravamento del fattore di rischio anestesiologico ma quando per età, consistenza e soprattutto anni di tabagismo abbia dato origine a patologie polmonari ben specifiche, clinicamente manifeste magari con una specifica terapia in atto. Non mi sembra il suo caso. Ma la condotta anestesiologica è sostanzialmente la medesima.
Cordiali saluti.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#4] dopo  
Utente 441XXX

Grazie mille è stato utilissimo e tempestivo!! Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Ivan Martinello

12% attività
0% attualità
0% socialità
VENEZIA (VE)

Rank MI+ 12
Iscritto dal 2016
Buongiorno.
Concordo quanto detto dal collega.
Se posso aggiungere una raccomandazione: evitare il fumo nelle 24 h precedenti una sedazione / anestesia, in quanto aumenta il rischio di complicanze di tipo respiratorio.
Saluti
Dr. Ivan Martinello

[#6] dopo  
Utente 441XXX

Grazie mille per la precisazione! Avevo infatti intenzione di evitare sigarette la settimana precedente alla gastroscopia. Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi permetto di aggiungere che una settimana prima però potrebbe favorire l'aumento della secrezione bronchiale come risposta reattiva della mucosa alla sospensione del fumo. Ora lei farà una semplice sedazione che non prevede certo intubazione ma respiro spontaneo e l' eccesso di secreto bronchiale può favorire tosse e disturbo sulla corretta ventilazione in uno stato di non coscienza. Non penso che la sua condizione di modesta fumatrice abbia una qualsivoglia interferenza. Personalmente l'esperienza mi ha indotto con gli anni, difronte a incalliti fumatori, a non sospendere il fumo in prossimità di una AG. Piuttosto si avvii per tempo la decisione di smettere definitivamente ( che è poi la scelta migliore) piuttosto che farlo in prossimità dell'evento.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO