Utente 450XXX
Buonasera,
a fine mese dovrò effettuare una EGDS in sedazione profonda presso una struttura privata.
Mi ritengo una persona molto ansiosa e l'esame mi spaventa molto. A tal proposito volevo chiedere:
1) il farmaco utilizzato è il propofol? Ci sono altri farmaci che potrebbero essermi somministrati alternativamente ma dal medesimo effetto?
2) in quanto tempo il medicinale fa effetto e quanto dura il suo effetto?
3) mi assicurate che durante l'indagine endoscopica non mi renderò conto di nulla? Starò dormendo profondamente oppure rimarrò leggermente vigile?

Vi ringrazio per le risposte...e per la comprensione.

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Buon giorno, per una sedazione profonda generalmente si somministra solo il Propofol, ha un effetto rapido che regredisce poi anche rapidamente,. Il paziente non ha coscienza di nulla per tutto il tempo necessario alla esecuzione della procedura anzi spesso fa sogni riferiti come piacevoli. Ci sono altri farmaci che possono essere somministrati, ma si parla allora solo di sedazione, e non con le medesime caratteristiche sopradescritte.
Spero di essere stata chiara, cordiali saluti.
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#2] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno dott.ssa Martin, la ringrazio per aver fugato ogni mio dubbio.
Un'ultima domanda in merito: all'atto della firma del 'consenso informato', il medico anestesista sarà tenuto a mettere per iscritto il farmaco utilizzato per la sedazione?

[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Generalmente il paziente firma il consenso informato alla tecnica descrittagli dall'anestesista, dato che i farmaci usati nel corso della procedura potrebbero, in alcuni casi, subire delle variazioni in base ad esigenze imprevedibili del paziente.
Con questo intendo dire non che le si descrive una sedazione profonda e poi non la si fa, ma che in qualche caso si rende necessario l'uso di farmaci che non erano stati preventivati, il tutto naturalmente per la sicurezza del paziente e la buona riuscita della procedura.
Il discorso è un poco complesso e spero di essermi spiegata.
Saluti.
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#4] dopo  
Utente 450XXX

Grazie mille dott.ssa per le sue precisazioni.
Un saluto.