Utente 509XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 23 anni che deve svolgere un intervento per un varicocele di 4°grado tra 1 mese. Sono in perfetta forma fisica , pratico attività fisica quasi tutti i giorni (corsa + esercizi),sono alto 1,75kg e peso 66kg circa. Non sono allergico a nessun farmaco (per quanto ne sappia) e a nessun tipo di sostanza , tranne forse una leggerissima intolleranza a un alimento che è il kiwi. Fumo 4/5 sigarette di tabacco al giorno ma non sarebbe un problema per me smettere magari una settimana prima dell’intervento per facilitare le cose. Nel week end di solito bevo delle birre ma mai sopra i 2 litri e anche a questo potrei fare a meno. Ho letto varie esperienze di persone che hanno svolto questa operazione e in praticamente tutti i casi l’anestesia che si applica per questo tipo di intervento è l’anestesia spinale, il piccolo problema è che io ho una fobia gigantesca per gli aghi e tra la scelta di rimanere sulla sedia a rotelle per un errore dell’anestesista(in caso di spinale) o quella della morte (in caso di anestesia totale) sceglierei senza ombra di dubbio la seconda scelta. Dopo questa introduzione vorrei porvi delle domande e spero possiate chiarire i miei dubbi:
1)nel caso in cui per lo svolgimento e la buona uscita dell’operazione non cambiasse nulla il fatto che io sia addormentato(anestesia totale) o sveglio (anestesia spinale) , in questo caso sarebbe mio diritto decidere il tipo di anestesia che voglio(nel mio caso sceglierei la totale)? Oppure è soltanto l’anestesista a decidere l’anestesia senza tenere conto delle esigenze del paziente?
2)nel caso in cui non mi facessero l’anestesia totale potrei richiedere degli oppiacei o qualsiasi altro tipo di sostanza per essere “stordito” già prima della puntura per l’anestesia?
3)nel caso in cui non potessi fare nessuna delle opzioni sopracitate, quali sono le conseguenze di non operare il varicocele? L’unica controindicazione sarebbe il fatto di rimanere sterile?
Grazie mille delle risposte

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno.
Premesso che per l'entità dell'intervento l'anestesia generale rappresenta un eccesso terapeutico, lei può concordare col l'anestesista che la sottoporrà a visita preoperatoria il tipo di anestesia da effettuare (consiglio: provi ad ascoltare i consigli del collega senza pregiudizi o decisioni dettate dall'ansia a priori)
Prima dell'ingresso in sala operatoria, molti centri praticano la preanestesia con una benzodiazepina che riduce il livello dell'ansia, può indurre sonno, ha proprietà anamnesiche (non si ricorda nulla).
Per quanto riguarda le conseguenze di non operare un varicocele le consiglio di parlarne col suo urologo di fiducia.
In conclusione, se posso permettermi, le consiglio di eseguire l'intervento con anestesia locale/spinale con l'ausilio di preanestesia o eventuale sedazione intraoperatoria (risultato ottimale con riduzine praticamente a zero delle sue paure).
Buon weekend
Dr. GUIDO GUASTI