Utente 294XXX
Buonasera, ho 33 anni e non ho mai avuto problemi cardiaci.
Solo dopo aver fatto un ecg sono stato inviato in un pronto soccorso per TPSV
Domani ho il ricovero in struttura dove eseguiranno studio elettrofisiologico ed eventuale ablazione.

Beh, sarò sincero... Piu che preoccuparmi del successo della procedura ho il terrore della procedura stessa! Ho fatto l'errore di molte persone ossia quello di leggere online le varie esperienze ed ho peggiorato la mia ansia.

Mi è stato detto che inseriranno un catetere nell inguine o addirittura in entrambi gli inguini dove questi cateteri saliranno verso il cuore.

Dunque, il mio terrore sta inanzitutto nel percepire dolore nell inserimento dei cateteri. Inoltre mi è stato detto che il cuore raggiungerà soglie di battito molto alte percepite naturalmente come cardiopalmo , che potrebbe capitare di perdere i sensi , che in alcune strutture viene addirittura inserito un catetere vescicale e che la procedura dura diverse ore.

È vero tutto questo??

Vi ringrazio per le risposte

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Caro signore
vada con serenità ad eseguiree la procedura. Sarà molto più semplice di quanto li pensa. Non viva un'esperienza psicologicamente negativa, anche perchè questo renderebbe più difficile "la vita" all'operatore....L'ablazione si fa anche ai bambini, quando necessaria....si tranquillizzi
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Oh dottore grazie mille! Le sue risposte sono di conforto. Quindi non è che così traumatica come la sto vivendo?
Durata intervento, dolore ecc...

[#3] dopo  
Utente 294XXX

Buonasera, mi scusi ancora il disturbo... Ho eseguito alle ore 11 lo studio elettrofisiologico ma senza ablazione poche l aritmia non è manifestata.

Ho già chiesto ai medici presenti perché ho la FC TRA 90 e 120 bmp. I medici dicono che potrebbe trattarsi dell adrenalina utilizzata durante lo studio.
Potrebbe essere effettivamente quello? Me lo conferma?
Inoltre mi tengono letteralmente immobilizzato a letto onde evitare un ematoma nella regione inguinale mi hanno parlato di 6 ore completamente immobile e questo mi sta creando diversi disagi. É effettivamente così?

Grazie infinite e mi scuso per il disturbo
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente 294XXX

Buonasera dottore non apro un altra richiesta poiché questa è abbastanza recente.

Le vicissitudini dopo il SEF sono terminate con un betabloccante.


Ciò che mi sta seriamente preoccupando è il dolore che percepisco in sede inguinale destra ( dove sono stati inseriti i cateteri)
Il dolore si propaga dall inguine, alla coscia al ginocchio e anche al basso ventre ( esclusivamente parte dx)
A causa di questo dolore ho una lieve zoppia, assumo antidolorifici e non sto andando a lavorare.
Ps : non c'è ematoma visibile
È Normale tutto ciò?
Grazie infinite
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Dopo una procedura di elettrofisiologia il dolore inguinale è normale, ma solo per brevi periodi. Quindici giorni non sono pochi.....comunque è il caso di farlo presente a chi l'ha valutata per decidere se approfondire o meno con un doppler vascolare...
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#6] dopo  
Utente 294XXX

Grazie dottore.
Effettivamente forse è il caso di un doppler.

[#7] dopo  
Utente 294XXX

Buonasera, passati due mesi dallo studio elettrofisiologico, le tpsv si sono ripresentate, per questo il cardiologo ha deciso che impianterà un loop recorder.

A parte questo volevo chiederle risposta a una curiosità. Ho notato che a riposo i miei bpm oscillano tra i 60 ed i 75.
Quando mi alzo in posizione eretta, percepisco tachicardia che non cessa finché non mi siedo o meglio mi sdraio. Si tratta di 100/110 bpm.
È una reazione fisiologica che non ho mai notato? C'è una soluzione affinché non percepisca questa tachicardia con annesse vertigini e sbandamenti?

Grazie mille
Cordiali saluti

Simone

[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Senza diagnosi non si può fare terapia e forse è per questo, visto anche il risultato dello studio elettrofisiologico, che le è stato consigliato l'impianto del loop recorder.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#9] dopo  
Utente 294XXX

Buongiorno Dottore e grazie per la risposta.
Oggi ho effettuato un ecg di controllo :

Ritmo sinusale 89 bpm.
Pr, qrs e qtc nei limiti. Lieve ritardo della conduzione intraventricolare destra.

È un ecg negativo giusto? Quel lieve ritardo sulla conduzione intraventricolare destra è normale?

Inoltre i medici mi hanno prescritto esami del sangue TSH FT3 FT4 ed altri esami specifici visto che si sospetta una policitemia.

Grazie mille

Cordiali saluti

[#10] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Scusi, ma come faccio a dirle se è normale o meno senza poter visionare il tracciato ??? poi cosa c'entra con la domanda principale che lei ha postato ??? Andando avanti così una consulenza diventa infinita. Le ho già risposto a una domanda che ha fatto più di due mesi fa e non avrei dovuto secondo le linee guida del nostro sito.....
mi spiace ma la mia consulenza finisce qui.
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#11] dopo  
Utente 294XXX

Inanzitutto caro dottore abbassi i toni. Non è autorizzato a rispondermi con tale zelo.
Non le ho chiesto un parere su un tracciato ma bensì l'interpretazione di termini consoni a voi cardiologi.
Inoltre come specificato più in alto non ho aperto un altra discussione onde evitare spam ed affollare la richiesta di risposte.
Detto questo, se ha avuto una pessima giornata non se la prenda con il sottoscritto.

[#12] dopo  
 Staff Medicitalia.it

"Innanzitutto caro dottore abbassi i toni"...

Caro utente

il dr. Rillo le ha risposto in modo chiaro ed esaustivo, ma lei cerca risposte che non possono esserle fornite online.

Inoltre le ricordo che i professionisti rispondono in modo gratuito e senza alcun obbligo e quello che noi esigiamo è semplicemente rispetto ed educazione come recitano le nostre linee guida che la invito a leggere attentamente:
https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online.php


Grazie
Il consulto viene chiuso dallo staff

Cordiali saluti
staff@medicitalia.it