Utente
Gentili dottori,
volevo chiedervi se dopo una forte emozione è possibile provare un forte dolore al petto senza che questo non sia sintomo di problemi cardiaci.
Ho perso una persona cara e quando mi è stata data telefonicamente la notizia, non volevo crederci, ho accusato dei dolori forti al petto che saranno durati un 20-30 minuti e poi tornavano ogni volta che si scatenava una crisi di pianto.
Da questo evento sono passate due settimane. Ogni tanto viene una fitta e poi sparisce.
Non soffro di pressione alta, anzi.. tutto il contrario. Non fumo. Non sono in sovrappeso. Sono solo stata molto stressata per questa persona che stava male e per problemi fisici personali.
Durante una normale visita dal medico curante mi è stato detto tanto tempo fa di avere un soffietto al cuore. Inoltre prendo la pillola per motivi ormonali da tanti anni.
Posso stare tranquilla?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il dolore intenso può certamente provocare crisi di angina pectoris, ma non certo alla sue età e con ben alt caratteristiche del dolore.
Si tranquillizzi pertanto , arrivederci.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Come si potrebbe interpretare allora questo dolore? Dopo ogni pasto ultimamente soffro di bruciore al centro del petto.Ho spesso anche delle mini fitte. Faccio una vita piuttosto sedentaria e appena compio uno sforzo fisico soffro di tachicardia.
In passato, quando svolgevo una regolare attività fisica, diventavo in viso color peperone.
ho eseguito le analisi della circolazione e sono risultate nella norma. La pillola potrebbe comunque crearmi problemi?
La ringrazio per la sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Molto spesso problemi gastro esofagei simulano dolori cardiaci. Parli con il suo medico per valutare la opportunità di una gastroscopia per escludere ernia jatale o esofagi te da reflusso.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore,
la ringrazio per la sua disponibilità.. la sindrome da reflusso mi era stata confermata già tempo fa dall'otorino a causa di problemi alla gola.
Ultimamente sto cercando di evitare bevande gassate e la situazione è notevolmente migliorata. il reflusso spesso c'è, ma almeno dolori al petto meno frequenti.
Posso disturbarla con l'ultima domanda?
Da circa un mese mi si addormentano spesso mani e piedi( se assumo posizioni sbagliate, che purtroppo ahimè ho sempre assunto).
La notte non riesco a trovare una posizione corretta, le braccia si addormentano e mi sveglio spesso con le braccia deboli o doloranti. Dipende dalla circolazione?
Vorrei valutare se sospendere o meno la pillola visto che le mie microcisti sono momentaneamente assenti.
Se può essere utile le riporto i risultati delle analisi

Tempo di protrombina 14,6 sec (11,8-15,1)
Attività protrobinica 99,6 % (80-140)
INR 1,09

Tempo tromboplastina parziale 30,2 sec (23-35)

Antitrobina III 91,8 % (75,6-122,4)

D-Dinero 164 ng/mL (0-225)

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
mi pare che i suoi esami siano migliori dei miei.
per cio che riguarda i sintomi che lei riferisce, mi pare che lei abbia una notevole quota ansiosa.
cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza