Utente
Salve a tutti.
Sono un ragazzo di 17 anni e una settimana fa ho fumato una canna con i miei amici, non era la prima volta, anche se non fumo abitualmente, infatti l'ultima volta che avevo fumato risale più o meno 3 mesi fa. Premetto che sono un ragazzo molto ansioso anche se non ho problemi personali di nessun tipo. Le volte precedenti in cui avevo fumato non avevo sentito niente, questa volta però è stata l'esperienza più brutta della mia vita. 3 minuti dopo aver finito di fumare (ho fatto solo una decina di tiri non di più) ho iniziato a sentirmi malissimo, non capivo cosa stesse succedendo, sentivo le voci dei miei amici ma non riuscivo a collegare la mente con quello che vedevo e sentivo. Poco dopo mi sono alzato dal muretto per poi coricarmi sullo stesso ed è iniziato un incubo. Avevo il cuore che andava a mille e pensavo seriamente di star morendo, dal panico ho chiesto di chiamare un amubulanza ma i miei amici mi dicevano che se mi fossi calmato mi sarebbe passato tutto. Allora hanno iniziato a tremarmi le gambe da sole, non le sentivo più e avevo paura di non poter camminare, per questo mi sono alzato per vedere come reagivano le gambe, avevo le vertigini e non riuscivo più a ragionare, intanto continuavo ad avere una marea di paranoie sul fatto che stessi per morire e mi sono sentito in colpa di quello che avevo fatto. Dopo un po' le paranoie mi sono passate ma mi è iniziato a far male la testa e avevo un continuo giramento di testa (come quando fai uno sforzo esagerato). Percepivo le cose in maniera diversa anche i colori erano diversi e pensavo che i miei amici stessero complottando contro di me. Il fatto è che queste sensazioni sono rimaste per 4 giorni in maniera intensa per poi placarsi un po'. In particolare un giorno ho iniziato a pensare che tutto quello che avevo vissuto dopo quella esperienza era solo un sogno e che in realtà ero morto. Adesso sono passato 8 giorni le paranoie si sono calmate e anche la tachicardia solo che ho un continuo giramento di testa che non si placa mai non riesco a fissare niente che tutto intorno si muove, e la cosa che mi da ancora più fastidio è il fatto che mi sento distaccato dalla realtá come se non tessi vivendo davvero, e per questo mi sento un po' apatico anche se riesco a ragionare benissimo sono riuscito anche a studiare in questi giorni. La mia paura è che non passa più però con 10 tiri di una canna tutto ciò è impossibile anche perché i miei amici che hanno fumato la stessa erba non hanno avuto nessun problema. Potete darmi qualche consiglio non so che fare. Comunque di questo fatto ne ho già parlato con i miei genitori e con i miei amici.
Grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Vede deve tener presente alcune cose:
1- chi gli ha fornito la sostanza a qualsiasi titolo è punibile con la galera secondo la legge italiana dato inoltre che lei è minorenne
2 quelle sostanze distruggono costantemente le cellule cerebrali e lei ne ha già distrutte molte .
3 Questa sostanza scatena attacchi di panico che a volte sono possono perdurare anche per settimane i
Mesi

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Non ci sono modi per poter accelerare la ripresa? Non penso che 10 tiri ad una canna possano causare problemi permanenti a livello psichico. Escluso il fatto che la marijuana sia stata trattata in qualche modo dato che i miei amici non hanno avuto problemi, e visto che li ho riscontrati solo io sarà stata una questione totalmente personale a causa del modo in cui ho vissuto la cosa.
Grazie comunque Dr. Maurizio Cecchini.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Faccia come crede
Il fumo le disteugge le cellule cerebrali e lemfacikita la morte improvvisa aritmica
Ma il cervello é suo, così come ilmsuo cuore

Se lei pensa di essere così intelligente perché chiede un consulto?

Saluti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Ma io ho colto il suo consiglio. E ovviamente dopo questa esperienza non toccherò mai più una canna in tutta la mia vita.