Utente
Buongiorno, Vi scrivo perché ormai da qualche anno non riesco a risolvere un problema di salute. Nell'estate di 3 anni fa assunsi un cortisonico, Deflan con principio attivo Deflazacort, come terapia dell'otorino per un infiammazione all'orecchio causa barotrauma. Arrivato al quarto giorno di terapia finii in pronto soccorso con grave tachicardia, cardiopalmo, difficoltà respiratoria, incapacità di alzarmi da sdraiato, di aprire gli occhi, formicolii...Dopo vari giorni feci una successiva visita dal cardiologo e capimmo che il cortisone mi aveva dato degli effetti collaterali e mi fu suggerito di non assumere più cortisonici. Purtroppo però per i successivi 6 mesi soffrii degli stessi effetti collaterali in forma meno accentuata dall'evento precedente, ma si presentavano comunque rendendomi debole incapace di fare nulla costringendomi a stare sdraiato e sempre a riposo causa cardiopalmo opprimente.. Questi problemi andarono pian piano scemando e su suggerimento di un farmacista assunsi del tarassaco per disintossicarmi da un presunto avvelenamento da cortisone.. Dagli anni successivi accade però che cardiopalmo ed estrasistole della durata media di 2-3 giorni si presentano in concomitanza dell'assunzione di alcuni dolciumi industriali, zucchero bianco, alcuni tipi di caffè forti, pasticcini... L'ultima è successa settimana scorsa dopo aver mangiato 3 pasticcini: in altre occasioni altri pasticcini non mi fecero nulla però. Mi chiedo quindi se io, dall'evento col cortisone, abbia iniziato ad avere un intolleranza ad alcune sostanze di raffinazione o conservanti, oppure il mio sia un problema di tiroide dato che mia sorella ha la tiroide di hashimoto: dagli esami del sangue il TSH, FT3,FT4 però sono nella norma..Dovrei allora provare un esame riguardante gli anticorpi antiroidei? Se sì quali devo chiedere? Oppure cosa mi consigliate? Una visita dall'allergologo? Aggiungo che io dal 2002, da quando ebbi un pneumotorace bilaterale spontaneo non svolgo più attività sportiva..ora invece non ho tempo per il lavoro purtroppo già faticoso ( sono oss in medicina): proprio con questo lavoro ultimamente , dopo giornate particolarmente pesanti dal punto di vista fisico (bevendo purtroppo poco e camminando molto e di fretta) soffro di extrasistole soprattutto verso la fine della giornata lavorativa..Anche a casa dopo lavoro in giardino mi viene cardiopalmo che dura ore..Vi ringrazio vivamente per l'aiuto

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Comprenderà bene che il cortisone assunto 3 anni fa non ha alcun nesso con i suoi sintomi.

Le consiglio di eseguire un holter aderisco per verificare la quantità è la qualità Delle aritmie che paiono Infastidirla
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso