Utente
Salve a tutti. Sono una ragazza di 23 anni e ho un fratello di quasi 18 anni. È da un po' di tempo che ha queste palpitazioni continue ( eccetto la notte). Premetto che è un soggetto molto ansioso è abbastanza ipocondriaco. Siamo andati dal cardiologo e ha trovato una tachicardia sinusale ( 150 bm) e l'ecocardiogramma nella norma. Gli ha fatto mettere l'holter e ha trovato tachicardia anche notturna ( fino a 110) . Le analisi per sospetti problemi di tiroide ( nostra madre soffre di ipertiroidismo) sono regolari; catalocamine anche. Il cardiologo quindi, ha detto che questa è una frequenza cardiaca " normale" per lui ed è una frequenza che ha da sempre. Inoltre ha escluso l'ansia, o meglio ha detto che ha messo in evidenza un problema che di fondo c'è. Ha detto che non è nulla di grave e di stare tranquillo. Per ora non deve prendere nulla.

Ora vi contatto per questo: mio fratello prima beveva il caffè ( 2 al giorno ) e adesso ha paura di berlo per evitare di sentire nuovamente quella sensazione. È tutto un fattore psicologico? E inoltre mi ha detto che adesso ha questa tachicardia ( più leggere) accompagnata da una sensazione di mancamento d'aria ( che mi ha detto che passa se si rilassa) sopratutto e ripeto soprattutto la mattina dopo aver fatto una ricca colazione. È possibile che il latte o i biscotti, in medie quantità, diano tachicardia?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Dunque lei sulla scheda ha scritto che e' un maschio di 44 anni, ma dice che e' la sorella di 23 anni di un fratello di 18....

Mi pare una situazione un po' confusa.

Puo' fare copia ed incolla del referto dell'HOlter?
Normalmente non si fanno consulenze sul sentito dire...sulle risposte a voce.
Quindi riporti per cortesia pari pari il referto.


Questo cardiologo dice inoltre:

"Inoltre ha escluso l'ansia, o meglio ha detto che ha messo in evidenza un problema che di fondo c'è. Ha detto che non è nulla di grave e di stare tranquillo. Per ora non deve prendere nulla. "

Mi scusi ma non ho capito niente. Ha eseguito una ecografia? Ha scritto qualcosa ?
Sembra la risposta della Sibilla Cumana..

Arrivederci
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore e grazie per la risposta. E chiedo scusa se non mi sono tanto spiegata, provo a farlo. Quando siamo andati a passare la visita cardiologica, gli è stato fatto l'elettrocardiogramma ( dove è risultata una frequenza cardiaca di 150), successivamente un auscultazione, con il quale il cardiologo ha definito la tachicardia di mi figlio " sinusale" successivamente l'ecocardiogramma il quale dice che non ci sono anomalie di alcun tipo, ( Atrio sx regolare DAP 26 ; mitrale regolare ; Ventricolo sx DTD: 40, DTS: 21 SIV: 9 PP: 9 FE calc 74% SP/R 0,45 regolare; Aorta regolare, tricuspide; normale aorta toracica Bulbo 27
Atri dx Anulus regolare ; ventricolo dx regolare ; polmonare regolare , Pericardio regolare. Conclusioni : Ecocardiogramma nei limiti fisiologici). Il cardiologo, tuttavia ha voluto che mettesse l'Holter cardiaco poiché voleva vedere quando aveva questi attacci tachicardici: e il risultato dell'Holter è il seguente: ( Ritmo sinusale a F.C compresa tra 63 e 162. Frequenti episodi diurini di tachicardia sinusale. P.R e Q.T nella norma. Non alterazioni transitorie di tipo ischemico). Questo è il referto, tuttavia mio fratello continua ad avere attacchi di tachicardia ( anche se meno frequenti). Alla fine del tutto noi abbiamo chiesto al medico se questa tachicardia fosse dovuta ad ansia e se fosse " pericolosa" e la risposta è stata di no in quanto non può causare una frequenza cardiaca così alta se non è già alta senza attacchi d'ansia. Chiedo un suo parere e volevo sapere ogni quanto tempo, più o meno, deve fare dei controlli. Se sono stata poco chiara mi perdoni ancora.

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se è una tachicardia sinusale non vedo motivo di preoccupazione
Deve. Essere curata L ansia

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore e ancora grazie per il tempo che mi dedica. Quindi lei dice che non è nulla? Dice che è un problema ansioso? Il medico di famiglia gli ha dato delle gocce ( ANSIOTEN gocce ) per stare più tranquillo. Può prenderle a lungo tempo?

Inoltre ogni quanto tempo deve fare una visita cardiologica?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non darei certo ansiolitici a quell'eta'.
A 40 anni che fara'? Prendera' la morfina?

Non deve programmare una visita cardiologica se non come tutti noi, se facesse attivita' sportiva, a norrma di Legge

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Perfetto quindi non deve prendere quelle gocce anche se sono alle erbe?

Inoltre deve fare una visita cardiologica almeno ogni anno?

Grazie mille per la disponibilità e gentilezza

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E' la mentalita' che non mi piace..se a 18 anni si ha bisogno delle gocce man mano che si cresce si usano anche i farmaci veri e propri..o peggio

Per cio che concerne la visita cardiologica le ho gia' scritto (e glielo ripeto):
"Non deve programmare una visita cardiologica se non come tutti noi, se facesse attivita' sportiva, a norrma di Legge"

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
Grazie Dottore, una buona giornata