Utente
Gentili dottori, ho eseguito un holter che ha rilevato 2 exs ventricolari monomorfe isolate e tachicardia costante quando sono in piedi (oscilla dagli 80 a riposo ai 130 quando mi alzo)... Sospetto di POTS. Nelle conclusioni il cardiologo non ha menzionato l'intervallo qt, però io sfogliando l'esame ho letto una cosa fuori dal range! Praticamente c'era scritto

<= 450 ms ..... 87%

> 450 ms ..... 12,30%

> 490 ms ..... 1, 58 %

Qtc max alle 05:14 ..... 501 ms

Qt max alle 9:50 .... 492 ms

Range normale qtc : da 350 a 450

Non prendo antidepressivi da 6 mesi dottore, né altri farmaci che possano allungare l'intervallo sopracitato, ho paura di avere la sindrome del QT lungo!!!! Ha visto l'intervallo massimo? Sul web c'è scritto che quando è maggiore di 500 ms rischio il 50% di arresto cardiaco. Cosa devo fare? Ho solo 22 anni

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I valori del QT e QTc calcolati dall' Holter NON SONO AFFIDABILI, per motivi che e' diffcile stare qui a spiegare.

Sono quelli calcolati a mano dal cardiologo che contano

La sua variabilita della frequenza tra 80 e 130 bpm e' perfettamente normale. Quindi NON ha una tachicardia costante.

La saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Nel grafico la fq era sempre superiore ai 120 battiti quando ero in piedi... poi credo di soffrire di ipotensione ortostatica, cioè fin da adolescente quando passo dalla posizione supina (con pressione max 90) a quella eretta mi sento sbandare, vedo puntini, e una volta mi arrivò la pressione max a 77! Comunque dottore... se - ipoteticamente - stavolta la macchina avesse calcolato i valori giusti, la percentuale del 12% maggiore di 450 ms deporrebbe per una diagnosi di qt allungato?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha notevoli problemi ossessivi.

Se la FC cardiaca varia tra 80 e 130 NON ha una frequenza media di 120.

Lasci stare le ipotesi. Il QT e' una cosa seria e non lo misura la macchina , ne' le ipotesi, ma il cardiologo.

Con questo la saluto
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottore. Lo so, sono affetta da disturbi fobico-ossessivi, ma sono stanca di attribuire tutto alla mia situazione psicologica. Perché fisicamente sono stata a pezzi anche con 3 mesi antidepressivi e ansiolitici + psicoterapia.
Comunque nelle conclusioni c'era scritto ritmo sinusale (80 - 186 bpm) e quel 186 non in concomitanza con sforzo fisico... mi ero solo alzata dal divano :/
Il qt è una cosa seria e deve misurarlo il cardiologo, bene, ma allora quelle morti giovanili di "aritmia" a cuore sano, come si spiegano? Ho letto che si tratta molto spesso di una sindrome del qt allungato non diagnosticata dall'ECg basale. Ecco il motivo della mia preoccupazione. Potrebbero salvarmi la vita con un pacemaker e invece rimango col dubbio... non è giusto.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il pace maker e la sua situazione e' come parlare di mandarini e formiche ...non c'entra nulla.

Non ho la possibilita' di leggere il suo Holter ma dubito che lei sia arrivata a 186 di frequenza (altrimenti avrebbero stampatio l'episodio e l'avrebbero riportato nelle conclusioni - che lei fra l'altro non mia ha riportato come "copia ed incolla", ma solo estrapolando lei numeri .

Per cio' che concerne le morti giovanili per aritmie queste possono avvenire a cuore perfettamente sano, anche alle mie figlie.
E per definizione la morte improvvisa e' "imprevedibile"

Ecco perche' occorer battersi per i defibrillatori pubblici. Perche' puop' capitare a chiunque ed ovunque, senza alcun preavviso.
Capita a 70.000 italiani all'anno, 200 al giorno, uno ogni 8 minuti. Negli ultimi 6 anni e' successo a 592 ragazzi sotto i 18 anni (uno ogni tre giorni).

Occorre farsene una ragione.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
D'accordo dottore... ma le assicuro che nelle conclusioni l'episodio dei 186 bpm non è stato riportato, eppure nel range tra parentesi c'è scritto (80 - 186) quindi non penso che il cardiologo, se davvero è così scrupoloso, avrebbe riportato una cifra inesatta... 10 minuti prima dell'episodio avevo fatto attività fisica, invece all'orario riportato mi ero alzata dal divano... Secondo lei questo episodio di tachicardia è grave? È classificabile come un'aritmia?
soffro anche di aura visiva senza emicrania (scotomi, fosfeni, formicolii, visus tremolante), e ho letto che può essere legata a FOP, la mia RM encefalo riporta esiti gliotici perivascolari sottocorticali privi di rilevanza clinica... mi dica lei, cosa posso fare? Un ecodoppler transcranico? Perché l'ecografia al cuore è nella norma ma mi sa che non sempre riesce a diagnosticare il forame ovale pervio...

[#7] dopo  
Utente
Ah, dimenticavo, è stato riportato in una sequenza chiamata "eventi significativi"

[#8]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No. Signorina....
Dal
Momento che ripete sempre quesiti sovrapponibili come quello dimpochi giorni fa con L ultrapaziente Dott Caldarola lei deve fare una sola cosa ..... andare dallo psichiatra .
Possibilmente da uno molto bravo

Con questo
La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#9] dopo  
Utente
Ho cambiato 3 psichiatri e l'ultimo è un neurologo. Gli episodi di tachicardia erano presenti anche con la terapia farmacologica per curare la mia "nevrosi isterica/ fibromialgia". E mi sembra abbastanza inusuale una frequenza cardiaca di 186 bpm non associata a sforzo fisico, se permette...
Quindi vorrei, data la mia ignoranza in materia, semplicemente capire qual è la soglia patologica/aritmica della frequenza cardiaca. E, dato che si batte per i defibrillatori pubblici, cosa che le fa molto onore, umanitariamente mi aspettavo almeno un consiglio su quale esame fare per capire la natura della mia tachicardia esagerata...

[#10]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
"ma le assicuro che nelle conclusioni l'episodio dei 186 bpm non è stato riportato, eppure nel range tra parentesi c'è scritto (80 - 186) quindi non penso che il cardiologo, se davvero è così scrupoloso, avrebbe riportato una cifra inesatta"

Le cifre riportate in parentesi sono misure del Computer che NON sono affidabili esattamente come quelle del QTc...il cmputer calcola frequenza anche degli artefatti.
E' la risposta del cardiologo che conta. Se non l'ha segnalato significa che era un artefatto.
Non in tutti i sistemi di lettura si puo' modificare la "maschera " di risposta automatica del computer.
Quindi se il CArdiologo non ha segnalato una frequenza cosi' elevata signifca che lei NON l'ha presentata.
Spero di aver chiarito il concetto una volta per tutte.

Non le rispondero' piu' su quesiti analoghi.
Se vuole si puo' rivolgere ad altri Colleghi sul sito

Cordialmente
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#11] dopo  
Utente
La ringrazio molto dottore. Ma, insisto, nelle CONCLUSIONI, ossia dove il cardiologo ha scritto "presenza di rarissimi battiti prematuri ventricolari (1h), assenza di alterazioni della conduzione atrio ventricolare, assenza di ritardi, ecc... " ha aggiunto ritmo sinusale con frequenza media 90 bpm (50 - 186). E il 186 è stato riportato negli eventi significativi, proprio sopra le conclusioni.
Devo cambiare cardiologo? La tachicardia è patologica? Mi dica solo questo e poi non la disturberò ulteriormente....

[#12]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La frequenza media di 90 bpm e' normalissima in una cosi' agitata come lei.

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#13] dopo  
Utente
Certo ma... l'episodio di 186 bpm che non ho neppure avvertito, potrebbe essere tachicardia parossistica o altra forma patologica? Non crede sia meglio approfondire con altri esami?

[#14]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Basta!!!!!
Lei non ha avuto nessuna tachicardia a 186 battiti/min.
NON E' STATO SEGNALATO DAL SUO CARDIOLOGO NEL REFERTO. E' UN ARTEFATTO.

Ancora un post su questa questione e la segnalo allo staff .

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#15] dopo  
Utente
Conclusioni:
Ritmo sinusale con frequenza media 90 bpm (range 50 - 186) interrotto da rarissimi battiti prematuri ventricolari monomorfi e isolati. Assenza di alterazioni nella conduzione atrio-ventricolare, ecc..."

Un artefatto riportato nel range delle conclusioni...?