Cardiofobia o aritmia patologica

👉Scopri come usare correttamente il saturimetro per misurare il livello di ossigeno nel sangue

Ho 24 anni e soffro tanto di ansia da ormai 3 anni. Da quando per un episodio di tachicardia nel 2014 ero incinta mi portano in ps in cui risulta tachicardia sinusale. Mi consigliano holter. Lo faccio già un mese dopo frequenza massima 160 (mentre lo inserivo ero super agitata) frequenza minima 60 con una frequenza giornaliera di 90! Risultato solo tachicardia sinusale ed una extrasistole ventricolare. Da allora ogni visita medica mi metteva ansia, sono andata più volte in ps con sempre lo stesso risultato tachicardia sinusale da ansia e crisi di panico. Ormai sono diventata ipocondriaca anzi probabilmente cardiofobica, sono sempre a controllarmi il battito cardiaco, ho paura di fare qualcosa nel caso il cuore si affatichi, fare le scale sta diventando un apocalisse, come le vedo iniziano già le palpitazioni e salendo 3 piani a piedi il battito aumenta ancor di più e ci metto più di 10 minuti per stabilizzarmi e delle volte delle prendere delle gocce calmanti. Cosa devo fare? Altre visite cardiologiche? Altro holter? In più ho la fobia dei medici quindi se mi facessi una visita cardiologica l'ecg sicuramente rileverebbe sempre tachicardia che spesso è arrivata anche a 180 sono disperata! Non voglio più star così
[#1]
Dr. Mariano Rillo Cardiologo, Cardiologo interventista 10.1k 278 27
Se lei ha avuto una vera e propria aritmia non è escludibile da quello che è stato riscontrato in pronto soccorso...perchè poteva essere passata nel frattempo e residuare una semplice tachicardia sinusale per l'ansia che i sintomi possono averle indotto....è anche vero che una crisi d'ansia o di panico possa determinare un'accelerazione del battito che non è un'aritmia. Direi che nel suo caso si debba approfondire la diagnostica (l'holter in questi casi ha grandi limiti diagnostici) per migliorare la sua qualità di vita e questo può esser fato con un'adeguata stratificazione da parte di un bravo aritmologo.
cCordialmente

Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Chiedo scusa, possibile che dopo tanti ECG sempre in tachicardia e sempre con una frequenza molto alta (150 a volte 180) non abbiano mai riscontrato nulla? Anche durante il mio cesareo d'urgenza, mentre ero sotto i ferri me ne andai in panico e stetti tutto il tempo con i battiti a 150 e non mi dissero nulla se non di calmarmi, infatti quando mi diedero l'ansiolitico passò del tutto. Sicuramente effettuerò un altro holter e farò visita cardiologica a breve. Ma comunque queste tachicardie mi vengono ogni volta che entro in paura o entro in ansia. Comunque la ringrazio.
[#3]
Dr. Mariano Rillo Cardiologo, Cardiologo interventista 10.1k 278 27
Un aumento giustificato della frequenza cardiaca è fisiologico.....quindi non si tratta di tachicardie patologiche, ma di una normale risposta del cuore alla sua ansia...è quella che deve curare.
Saluti

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto