Utente 388XXX
Buonasera Dottori,
Ho bisogno di una risposta in attesa di parlare con il cardiologo che mi ha vista circa un mese fa.
Cercando le cause di alcuni formicolii e parestesie ho eseguito una risonanza magnetica encefalo con contrasto.
Questo esame ha rilevato delle lesioni gliotiche aspecifiche di minima entità, alcune definite micro vascolari (da referto).
Nel cercare la causa... Ho eseguito degli esami cardiologici da cui è emersa la presenza di forame ovale pervio con shunt sotto manovra di Valsalva.
Mi hanno indirizzato da cardiologo che interviene per queste "chiusure" per avere una valutazione o meno a chiuderlo, anche perché in passato ho avuto episodi di iperomocisteina.
Oggi però ho fatto preospedalizzazione per intervento di ernia al disco e quando l'anestesista ha saputo del FOP mi ha detto che l'anestesia generale richiesta e la conseguente respirazione indotta dall'intervento potrebbe essere un fattore di rischio importante... Rimandandomi per questo il tutto in attesa di nuovo consulto cardiologico.
Riporto quanto scrittomi dal primario di cardiologia...
"Non storia di TIA o stroke, una rmn del maggio 2017 ha mostrato lesioni aspecifiche gliotiche di minima entità, alcune definite micro vascolari.
In passato presenza di mutazione omozigote per il gene che codifica l'enzima MTHFR e per questo in terapia con acido folico.
Un doppler tc ha mostrato un effetto tendina. Un eco ETE ha mostrato l'assenza di shunt in condizioni basali e pervieta' del forame ovale di modesta entità solo dopo Valsalva.
In considerazione dell'assenza di un quadro clinico indicativo di evento neurologico, dell'anatomia del PFO (assenza di aneurisma) non ritengo indicata la chiusura del PFO.
Da rivalutare la rmn a distanza e rivalutazione neurologica dopp questa.

Ora.... Visto quello che mi ha detto anestesista che di fatto mi ha "bloccato" intervento per ernia..... Cosa è il caso di fare?
Anche in previsione di problemi futuri o urgenze.... Come comportarsi davanti a bisogno di anestesia generale??????

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei ha i seguenti fattori d8 rischio:
perfvieta del forame ovale dichiarato di modesta entita

- ha una una mutazione OMOZIGOTE per la MTHFR...la quale non è come dice lei...in passato...lei ha questa patologia, che va curata.

ovviamente iperomocisteinemia.

spero solo che lei non sia fumatrice e che non assuma la pillola. altrimeni il suo rischio cardiovascolare salirebbe da alto ad altissimo.

La RM è sospetta per microembolie cerebrali.

lei dovrebbe assumere aspirina quotidianamente ed acido folico.
l intervento in questione non e di per se preoccupante, ma dovrebbe assumere eparina a basso peso molecolare sottocute quotidianamente , al fine di evitare tromboembolie

cordialita

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 388XXX

Grazie Dottore per la celere risposta.
Infatti sto assumendo cardioaspirina da quando è venuto positivo l'eco transcranico con test delle microbolle, oltre all'acido folico per omocisteina.
L'anestesista ritiene che il rischio durante l'intervento stia nelle mutazioni alla pressione sanguigna indotte dalla respirazione meccanica tali da poter provocare uno shunt come Valsalva.
Non so davvero cosa fare e soprattutto se sia il caso di tenere questo FOP come indicato.
Non fumo ma ho assunto la pillola per diversi anni.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei dovrebbe provvedere alla chiusura del POF e condurre un regime di vita normale.
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 388XXX

Grazie mille Dottore.
Spero che anche il cardiologo a cui ho fatto riferimento riveda la sua opinione in merito.

Saluti