Utente 472XXX
Buongiorno! Oggi è trascorso un mese esatto dalla mia ablazione per tpsv da rientro nodale. Durante i primi giorni mi sentivo molto debole ed ho iniziato a stare meglio una settimana dopo l'intervento. Ogni tanto mi capita ancora di sentirmi un pò debole (ma in maniera molto molto più leggera rispetto a prima) e di avere dei capogiri appena mi alzo dal letto la mattina. è normale ancora a distanza di un mese sentirsi così, anche se succede molto più di rado e in maniera molto più lieve?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Penso sinceramente che i suoi disturbi non abbiano niente a che vedere con la sua ablazione di un mese fa.
Un Holter e' tuttavia consigliabile

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Buongiorno dottore e grazie per la risposta. Lei pensa che siano disturbi dovuti all'ansia? Ad ogni modo prenoterò anche un holter

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
E' molto verosimile.
Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 472XXX

In effetti, da quando ho fatto l'ablazione, sono sempre in ansia e mi ascolto di continuo il cuore. Ovviamente l'ansia ha aumentato le extrasistoli e si sta scatenando un brutto circolo vizioso. Inoltre avverto una specie di leggero senso di soffocamento continuo, come se avessi un peso sullo sterno o dell'aria, non so spiegarlo meglio. Comunque questi episodi di debolezza mi succedono sempre il giorno dopo una cena molto abbondante (ad esempio una cena al ristorante) e sono associati anche a mal di stomaco. Però tutto questo non mi succedeva prima dell'ablazione, anzi, mai avuti problemi del genere. Devo dire che ora mi spaventa anche una cena fuori con gli amici, non so perchè, è come se fossi convinta che il mio cuore sia danneggiato ormai e che io sia malata e non potrò più fare la vita di prima, anche le cose più banali. Oltre al fatto che ho sempre paura che le extrasistoli mi scatenino la tpsv, come succedeva prima dell'intervento. Comunque il cardiologo che mi ha operata dice che posso ricominciare a fare sport, ma io ho paura di tutto ora. Per sicurezza ho voluto programmare un ecg da sforzo, prima di tornare in palestra. Inoltre lui sostiene che io debba superare psicologicamente tutta questa faccenda, facendomi aiutare da uno psicologo e non posso dargli torto perchè l'ansia e la depressione mi stanno divorando giorno dopo giorno. Sono sempre stata un soggetto esageratamente ansioso e ipocondriaco ma, dopo l'intervento, sono peggiorata notevolmente. Lei pensa che sia sufficiente un ecg da sforzo o sarebbe meglio fare anche un holter delle 24h, magari anche per capire la natura di queste extrasistoli?
La ringrazio di nuovo

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Può certamente eseguire quegli esami mamle consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta che potrebbe essere di estremo aiuto nel toglierei queste pure infondate

Cordialità
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza